Treviolo, torna la truffa dello specchietto: “Lanciano un sasso e poi…”

Inserito da 12 Marzo, 2016 (0) Commenti

Si tratta di :Phishing e Truffe

Si tratta di una notizia vera

Sul gruppo “Life in Treviolo” la brutta esperienza raccontata da un’utente: “Con la vecchia tecnica del sasso lanciato iniziano a seguire il malcapitato facendo abbaglianti e suonando il clacson insistentemente”.

 

Torna l’allarme (o forse non se n’è mai andato?) per la truffa dello specchietto in provincia di Bergamo: l’ultimo episodio segnalato arriva da Treviolo dove, nella giornata di giovedì 10 marzo, una ragazza è stata vittima di un tentato raggiro.

 

specchietto-534257.660x368

 

E’ stata lei stessa a descrivere lo spiacevole episodio su Facebook, nella pagina “Life in Treviolo”, spiegando nei dettagli la tecnica utilizzata dai malviventi: “Volevo segnalare che in via Galetti – scrive – parcheggiata con le 4 frecce c’era un’autovettura grigia che con la vecchia tecnica del sasso lanciato inizia a seguire il malcapitato (io) facendo abbaglianti e suonando il clacson insistentemente...Per chi non lo sapesse usano questa tecnica del sasso o qualcosa del genere facendo credere a chi è di passaggio di avergli rotto lo specchietto facendosi lasciare dei soldi per il danno”.

“Ora io sono una donna sola in auto – continua – e consiglio a tutti e soprattutto alle donne di fare come ho fatto io. Non mi sono fermata subito…sarò passata per una delinquente per tutto il paese dati gli insistenti strombazzamenti di questo che mi inseguiva ma ho iniziato a girare a vuoto chiamando mio papà che nel frattempo è uscito da casa sua e mi sono fermata solo quando sono arrivata lì. Sono scesa dall’auto, ho controllato e ovviamente non aveva un graffio. Loro fortunatamente hanno ceduto e hanno cambiato strada prima che mi fermassi. Se dovessero invece raggiungervi, mentre scendete dall’auto spalmeranno una gomma nera sul vostro veicolo dicendo che è segno evidente di quanto affermano. Lo so per certo dato che lo scorso anno è successo a mio marito”.

Una volta svelato il mistero e con la minaccia di chiamare i carabinieri se ne sono andati anche quella volta. State attente soprattutto voi donne – conclude – Con quello che si sente in giro fermatevi solo quando siete sicure che ci sia qualcuno a sostenervi”.

Fonte : BergamoNews

Categories : Phishing e Truffe Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

La mappa dell’Italia del 2100: verità o bufala?

Inserito da 12 Marzo, 2016 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax

Immaginatevi di salire in cima al duomo di Milano, fino alla madonnina, scrutare l’orizzonte e vedere a non più di qualche centinaia di metri il mare; o ancora, immaginate di arrivare sul Garda, che non sarà più un lago suggestivo del Nord Italia, bensì un meraviglioso Fiordo come quello di Geiranger, in Norvegia. L’innalzamento delle acque è un tema su cui si discute da tempo e Jay Simons, disegnatore di mappe di origine slovacca, ha ipotizzato come sarebbe la nostra penisola nel 2100 se il livello del mare si innalzasse di 100 metri. Ma sarà veramente questo lo scenario che i nostri pronipoti vedranno tra 84 anni?

europe_in_2100_version_1_0__by_jaysimons-d57p7261

 

Per molti si, o almeno questo è ciò che è trapelato anche dai più importanti giornali d’Italia. Non sono stati molti, però, a chiedersi chi fosse Jay Simons. Chi ha ipotizzato fosse un rinomato scienziato laureato ad Harvard, chi, invece, pensava si trattasse di un esperto meteorologo. Il povero Jay Simons, come vi abbiamo già anticipato però, non è nulla di tutto questo.

Simons, infatti, circa 4 anni fa, ha caricato una serie di cartine, molto simili a quella rappresentante la nostra penisola, su Deviant Art. Ma cos’è Deviant Art? Altro non è che una comunity interamente dedicata agli artisti di tutto il mondo, novelli e affermati, alle prime armi o grandi esperti. Proprio nel profilo di Jay, facilmente rintracciabile all’interno del portale, troviamo una marea quasi infinita di cartine geografiche, tra cui appunto la tanto rinomata mappa italiana del 2100 che però si trova in buona compagnia.

germany_in_2100_by_the9988-d58pwd92

Il disegnatore slovacco, infatti, non ha ritratto solo il bel paese totalmente sommerso dal mare, bensì anche la Germania, le 11 Isole Britanniche, gli Stati Uniti d’America e l’Europa nel suo complesso. Lo stesso autore, infatti, ha sin da subito chiarito le cose, affermando che tutte le sue cartine non sono altro che frutto della fantasia, volta esclusivamente a sensibilizzare il grande pubblico sui cambiamenti climatici del nostro mondo. Certo è che lo stesso Jay Simons non si aspettava per nulla al mondo un tale susseguirsi di notizie del genere e il motivo è più semplice di quanto crediate.

Nonostante la grande cura nei dettagli su ogni singola cartina, infatti, c’è un particolare che a molti è sfuggito ma che sta alla base della catena di “scoop” che si è venuta a creare su questa mappa immaginaria. Il livello del mare, in realtà, si innalza attualmente di 3 millimetri l’anno. Il calcolo, dunque è molto semplice: per arrivare alla situazione che ritrae Simons dovremmo aspettare fino all’anno 35.000 e non fino al 2100. L’allarmismo che si è venuto a creare tra i social, insomma, è stato quanto mai insensato. Un tale scenario apocalittico cambia, se viene previsto tra 100 o tra 33.000 anno, proprio per questo è bene informarsi sempre, su notizie del genere.

italy_in_2100_by_the9988-d59awt8

Fonte: Voci di Città

 

Categories : Bufale e Hoax Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Arriva la Carne di Cane in Italia, dal primo Settembre arriva sui banconi macelleria…

Inserito da 8 Marzo, 2016 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax

Si tratta di una Bufala che è stata condivisa sulla pagina Facebook di Tgcom24
ripresa da un sito di video divertenti 😉

tgcom24

ULTIMA ORA: La notizia sta suscitando tutto lo sdegno degli italiani che promettono al governo una vera e propria rivoluzione…
Le associazioni animaliste presentano ricorso immediato.

Il video mette i brividi..

Cina, proteste contro il Festival della carne… di situazioni
Col D.Lgs 813/2014, fortemente voluto dalle comunità asiatiche presenti in Italia a seguito della richiesta della “Xinshipu Ltd”, azienda leader nel settore della vendita di prodotti gastronomici tradizionali dell’Oriente, in particolar modo canidi e loppidi, è già possibile acquistare la carne di cane (razza pechinese e shiba) in alcuni centri commerciali etnici provvisti di zona macelleria in Italia ad un prezzo promozionale.

La carne di cane, è da anni in Italia al centro di dispute morali riguardo la propria commestibilità, mentre in molti altri paesi, su tutti l‘Asia e l’Oceania, è un alimento normalissimo consumato abitualmente. La storia di questo prodotto alimentare è molto varia, s’instaura in una tradizione millenaria in alcuni paese. Per tutti i fautori in Europa e in Italia di questa tipologia molto particolare di carne, è arrivata una buona notizia, la carne di cane è stata dichiarata commestibile e commerciabile in tutta Europa e quindi in Italia.

Link Originale

Categories : Bufale e Hoax Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

«Papà mi uccide!», ma è solo una burla

Inserito da 8 Marzo, 2016 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax,Curiosità

Si riporta un fatto di cronaca

«Papà mi uccide!»,  ma è solo una burla

image

«Aiuto! Mio papà mi picchia, mio papà mi vuole uccidere!». Quello che sembrava il disperato allarme lanciato da un 13 enne si è invece rivelata una bufala clamorosa. A opera proprio del ragazzino di 13 anni, che a casa di un amico ha improvvisato uno scherzo di cattivissimo gusto, chiamando la madre nel cuore della notte. E annunciandole che il padre lo voleva uccidere. Tutto falso, per fortuna: ma un grande spavento per i genitori, e una segnalazione per procurato allarme.

È successo a Desenzano, la scorsa settimana: una donna si è precipitata in Commissariato, raccontando di aver ricevuto una telefonata da un numero anonimo. Al cellulare suo figlio, che appunto chiedeva aiuto: «Mio papà mi vuole uccidere». Ingente il dispiegamento di forze: la Polizia si è attivata immediatamente per risalire all’origine della telefonata, partita da un cellulare intestato al papà del ragazzino. Rintracciato il domicilio, in casa non c’era nessuno: solo grazie a ulteriori accertamenti gli agenti sono riusciti a risalire alla sua attuale residenza, in un paese in provincia di Bologna.

L’uomo è stato allora contattato, in piena notte: il 13enne con lui non c’era, «abita a Desenzano con sua madre».

Svelato l’arcano: stava passando la notte a casa di un compagno di scuola, e qui in effetti è stato rintracciato. Sano e salvo: sorpreso di aver scatenato un tale caos, ha ammesso di avere fatto tutto da solo, per scherzo.A.GAT.

Fonte: Bresciaoggi

Categories : Bufale e Hoax,Curiosità Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

La “voce” della Luna? Una bufala

Inserito da 4 Marzo, 2016 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax

Diventa virale, su web prima e carta stampata poi, la finta notizia inventata negli USA per promuovere una serie tv

Settanta anni dopo la geniale ‘burla’ radiofonica de “La Guerra dei Mondi”, alcuni tardi emuli di Orson Welles hanno provato che è ancora relativamente facile prendersi gioco dei media ‘mainstream’.

apollo_10

Mutatis mutandis, certo. Perché agli albori della ‘rivoluzione mediatica’ occidentale, da un microfono della CBS nel 1938,  un giovanissimo Welles era riuscito a seminare il panico tra 200 milioni di americani lasciando loro credere che fosse in atto l’invasione di una bellicosa flotta di astronavi marziane. Questa volta, invece, nell’era “matura” del web 2.0, a tendere il tranello ai media è stata una banalissima operazione di comunicazione & marketing.

I fatti: per promuovere una nuova serie tv sul media complottista Space Channel (NASA’s unexplained files) è stata fatta circolare per il web una notizia sensazionale, ma completamente inventata. Che gli astronauti della missione Apollo 10, mentre orbitavano attorno alla Luna nel 1969, avessero sentito dei ‘suoni misteriosi e simili ad una musica’ e che la NASA, non riuscendo a spiegare scientificamente il fenomeno, avesse secretato tutto fino al 2008.

I brillanti ‘creatori’ di questa bufala, per renderla ancora più credibile hanno anche rimontato ad arte alcune interviste – come quella al comandante Al Worden – lasciandole girare per la rete dopo averle pubblicate sul sito di Space Channel.

La notizia, naturalmente, ha impiegato pochissimo tempo a diventare virale sul web. Prima Oltreoceano poi, a suon di copia-incolla, pressoché dovunque. Compreso, naturalmente, il nostro Paese. Dove riesce addirittura a conquistare spazio nelle agenzie di stampa oltre a pagine e pagine di carta stampata, finendo sui quotidiani più diffusi. Il Corriere della Sera, La Repubblica, La Stampa e Il Giornale cascano tutti nello stesso tranello. Alcuni lamentando il “persistere di pesanti censure sulle registrazioni”.

Tutto falso, naturalmente: le registrazioni delle conversazioni radio con gli astronauti non sono mai state secretate e sono accessibili a tutti da 43 anni (1973); chi le ascolta, sentirà gli stessi astronauti (John Young per primo) commentare il suono, che è stato effettivamente udito ma anche immediatamente attribuito alle interferenze radio; la ‘spiegazione ufficiale’ è stata data immediatamente, nel 1969, attribuendo appunto il suono alle interferenze VHF tra il modulo lunare e quello di comando.

Tra l’altro, dal 2012 le registrazioni sono anche online: sul sito della NASA, per chi volesse, sono disponibili sia l’audio che le trascrizioni originali.

»Il video su AsiTV

Fonte: Agenzia Spaziale Italiana

Categories : Bufale e Hoax Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

l’email da un truffatore con oggetto “Giorno buon amico,”

Inserito da 9 Settembre, 2011 (0) Commenti

Si tratta di :ingegneria sociale,Phishing e Truffe

il truffatore in questione è reperibile a questa e-mail gerardmaxw@aol.com,

di seguito segue il testo della sua e-mail inviata con tecniche di spam a migliaia di indirizzi, si prega di non abboccare, si tratta di un truffatore che meriterebbe di essere  arrestato.

Giorno buon amico,

Il mio nome è Gerard Kenny Maxwell, lavoro con la Finanza
Unità di controllo monetario qui in Olanda, noi siamo responsabili per il controllo
titolari di conti esteri in tutte le diverse banche qui in Olanda. Io
trovato la tua e-mail di contatto tramite Web directory internazionale del mio paese.
Durante le nostre ultime ispezioni annuale di tutte le banche qui in vari conti Paesi Bassi, il mio dipartimento ha trovato un conto in sospeso con una somma enorme di US $ 10,500,000.00 (Dieci milioni 500 US Dollar) che è stato depositato da
l’ormai defunto Sig. Jerry R. Williams, un cittadino australiano.
Da mie ricerche ho scoperto che alla fine degli anni Jerry R. Williams non ha
beneficiario o parente più prossimo di rivendicare i suoi fondi (US $ 10.500.000,00) e la legge del mio paese qui in Olanda è che quando un conto è inattivo per più
di otto 8 anni l’Autorità ha il diritto di confiscare i fondi. Questo  i fondi stanno per essere confiscato se non approfittarne. Questo è perché sono in contatto con voi di collaborare me in questo una volta nella vita il business in tempo opportunità. Tutto quello che devi fare è quello di presentarsi come il parente più prossimo al decesso;
il mio avvocato processo e fornire tutti i documenti pertinenti in tal senso e il denaro sarà trasferito sul vostro conto nel vostro paese in modo da possono condividere e investire in un’attività redditizia.
Tutto quello che ho bisogno da voi è per noi di lavorare insieme – basta seguire le mie istruzioni e la strategia, e l fornirà tutte le informazioni pertinenti e documentazioni che consentiranno tali fondi vengono trasferite nella vostra banca conto legalmente senza un intoppo o un problema. Io vi darò il pieno spiegazione di questo business si risponde dopo questa email. Non vedo l’ora di sentire da voi presto.
Gentilmente risposta questa e-mail scrivendo direttamente alla mia email privata:(gerardmaxw@aol.com)
Cordiali saluti,
Kenny Maxwell

Categories : ingegneria sociale,Phishing e Truffe Tags : , , , , , , , ,

Andate a votare i REFERENDUM…

Inserito da 17 Maggio, 2011 (0) Commenti

Si tratta di :Catene di Sant'Antonio

Danila ci segnala questa Catena di Sant’Antonio che pubblichiamo di seguito:

… e divulghiamo…

queste non sono foto sulle quali ridere, loro ridono e noi?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

————-
Questi qua……

– Questi qua il 13 aprile hanno votato l’impunità per il loro capo facendoci
credere di averlo fatto per il bene di noi cittadini.
– noi ci becchiamo un’ipoteca sulla casa per una multa non pagata.

 

– Questi qua hanno la pensione garantita di 3.100 euro al mese lavorando 5 anni.
– noi lavoreremo fino ai 65 anni per avere una pensione forse pari a metà dello stipendio.

 

– Questi qua beneficiano gratis di aereo, treno, autostrada, cinema, ristoranti, ecc.
– noi paghiamo anche la carta igienica dei figli a scuola.

– Questi qua hanno la casa in affitto in centro a Roma a 500 € al mese.
– noi abbiamo un mutuo fino alla terza età.

Il 12 e il 13 giugno pensate di andare al mare?

Fate girare questo messaggio!!!!

 

Categories : Catene di Sant'Antonio Tags : , , , , , , , , , , , , ,

Lucky Quattro TQDIDXQPYP

Inserito da 5 Novembre, 2010 (0) Commenti

Si tratta di :English Articles,hoaxes

SPAM  AND SCAM

 

Biglietto numero: 56476005451 / 2010

Caro fortunato vincitore,

Siamo felici di annunciare che tu sei uno dei nostri Lucky Quattro (4) Star vincitore del premio in questa edizione mesi dalla UK National Lottery terr? il 10 ottobre 2010 in Inghilterra.

Questo ti rende un orgoglioso vincitore del settecento e cinquanta mila Grande Sterlina britannica.

Per richiedere il premio contattare l’ufficio credito con la underlisted informazioni il pi? presto possibile:

Nome, indirizzo, paese, et?, sesso, occupazione, telefono, fax.

Con i migliori saluti,

Mr.Lewis Smith

E-mail: lewis_smith@kimo.com

Ticket Number: 56476005451/2010

Dear Lucky Winner,

We are happy to announce that you are one of our Lucky Four(4) Star Prize Winner in this months edition of the UK National Lottery held on the 10th of October 2010 in England.

This makes you a proud Winner of Seven Hundred and Fifty Thousand Great British Pounds.

To claim your prize Contact the claim office with the underlisted informations as soon as possible:

Name,Address,Country,Age,

Gender,Occupation,Phone, Fax.

Best Regards,

Mr.Louis Smith

Email: lewis_smith@kimo.com

Categories : English Articles,hoaxes Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Facebook hoax Bufala Haiti e American Airlines

Inserito da 20 Gennaio, 2010 (0) Commenti

Si tratta di :Appelli Generici,Bufale e Hoax
In questi giorni sta rimbarzando su ogni blog, anche qualche giorno fa ho ricevuto un messaggio su facebook e anche tra il network dei Confratelli delle Misericordie, ma anche su altri network…

“ATTTENZIONE SI TRATTA DI UN HOAX, UNO SCHERZO DI CATTIVO GUSTO, E’ UNA BUFALA”

il  TAM TAM è già nell’aria, su internet impazzano folli richieste, ma tra le più “sciacalle” fa capolino proprio questa comunicazione che inonda le nostre caselle e gli amici su facebook. La catena ci suggerisce di mettere nel nostro stato ( la frasetta che mettiamo su facebook) che American Air Lines sarebbe disposta a trasportare gratuitamente medici e infermieri per dare il supporto necessario alla popolazione colpita dall’immane tragedia.
Il messaggio è più o meno questo, qualche sciacallo lo modifica a piacimento,  ne esistono diverse varianti :

ATTENZIONE = American Airlines porta gratuitamente a Haiti tutti i medici e le infermiere che lo chiederanno chiamando il +1 212-697-9767 +1 212-697-9767 +1 212-697-9767 +1 212-697-9767. Per piacere, copiatelo sulla v…ostra bacheca per farlo leggere a più persone possibile. Grazie!

Attenzione:  AMERICAN AIRLINES HA SMENTITO TUTTO QUESTO!

Il numero di telefono indicato nel messaggio corrisponde a quello del Consolato di Haiti a NewYork e  se diamo una rapida occhiata al sito della compagnia aerea non troviamo nessuna comunicazione in merito !(www.aa.com)

La compagnia aerea ” Non trasporta medici o infermieri gratuitamente .

Il Dipartimento nazionale della Protezione Civile sta inviando un Nucleo di valutazione nel Paese così duramente colpito.

Nell’immediatezza dell’evento ed in attesa che il Governo italiano decida gli interventi di aiuto possibili, la struttura di protezione civile delle Misericordie italiane ha ricevuto decine di chiamate dalle associazioni delle varie regioni che dichiaravano la propria disponibilità ad una partenza immediata.

Le Misericordie della Toscana hanno predisposto a Pisa l’attrezzatura completa di due PMA (Postazioni Mediche Avanzate) pronte alla partenza immediata con personale specializzato.

Il Direttore dell’UGEM (Ufficio Gestione Emergenze di Massa) delle Misericordie ha confermato la disponibilità di uomini e mezzi al Dipartimento Nazionale.

Le Misericordie Italiane hanno anche aperto una sottoscrizione in favore delle popolazioni colpite sul
c/c 000005000036, MONTE DEI PASCHI DI SIENA SPA, Firenze Agenzia 6,
IBAN: IT 03 Y 01030 02806 000005000036

oppure sul CONTO CORRENTE POSTALE N° 000021468509, Firenze Agenzia 29, IBAN:
IT 67 Q 07601 02800 000021468509

entrambi intestati a “Confederazione Nazionale” con causale “PRO HAITI”

se vuoi aiutare effettivamente la popolazione colpita effettua una donazione!

Il falso messaggio che vedeva protagonista l’AMERICAN AIRLINES è un classico esempio di come internet può essere usato per diffondere false informazioni che finiscono per creare effetti negativi per l’intera comunità non solo virtuale ma anche reale.

Categories : Appelli Generici,Bufale e Hoax Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Inserito da 26 Ottobre, 2009 (0) Commenti

Si tratta di :Appelli Generici
AFRICA. In attesa che arrivino gli ennesimi aiuti, i cittadini combattono la fame e la siccità con le danze della pioggia. Il governo ha chiesto l’intervento dell’Onu per uscire dall’emergenza, aggravata dalla crisi e dai cambiamenti climatici

Gli effetti dei cambiamenti climatici provocano milioni di vittime in Africa. Non si tratta della solita proiezione da qui a 40 anni, ma della drammatica cronaca quotidiana di Paesi come l’Etiopia, dove la siccità ha piegato alla fame il 15 per cento della popolazione: 6 milioni di persone. In una situazione così grave, che sembra essere sfuggita di mano anche al governo, ieri mattina il primo ministro Meles Zenawi ha chiesto alla comunità internazionale 110 milioni di dollari per tamponare immediatamente l’emergenza.

A rispondere all’appello (dovuto formalmente agli effetti della perdurante siccità e delle piogge intermittenti sui raccolti) sarà il Pam, il Programma alimentare delle Nazioni unite, che spenderà, da qui alla fine dell’anno, beni alimentari per un valore di almeno 85 milioni di dollari. Un approccio, quello dell’invio degli aiuti, decisamente deprecato dall’ultimo rapporto dell’Oxfam: l’organizzazione umanitaria, infatti, ha sollecitato una rivoluzione nell’ambito dell’autosufficienza alimentare per superare un impasse che nel Paese dura da oltre 25 anni.

Nel rapporto “Band aids and beyond”, pubblicato dall’Ong in coincidenza del 25esimo anniversario della più grave carestia della storia dell’Etiopia (in cui morirono più di un milione di cittadini), si fa un drammatico punto della situazione: 6,2 milioni di persone vivono in un avanzato stato di malnutrizione. Si stima, inoltre, che i costi della siccità nel Paese ammontino a oltre un miliardo di dollari l’anno. Una cifra compensata, ma non in tempi di crisi economica, dal considerevole fiume di denaro che arriva sotto forma di aiuti umanitari, il 70 per cento dei quali giunge dagli Stati Uniti. Dal 1991 a oggi, Washington – secondo le cifre citate nel rapporto – ha versato oltre 3,2 miliardi di dollari all’Etiopia. La quasi totalità della somma è arrivata in Africa sotto forma di prodotti alimentari americani.

Ecco le conseguenze: nessun aiuto all’economia agricola locale o regionale, mentre a crescere sono solo le spese di trasporto, il costo degli imballaggi e il deficit del Paese che importa praticamente tutto. Nel dossier, il direttore di Oxfam International Penny Lawrence mette in guardia la comunità internazionale dal continuare a perpetuare queste politiche di inerzia. «L’aiuto che forniamo in questo modo è solo un temporaneo sollievo – afferma-. I Paesi donatori devono iniziare a dare alle comunità gli strumenti per affrontare i disastri annunciati». Più che di scatole di latte in polvere, quindi, ci sarebbe bisogno di sistemi per l’irrigazione per le colture, granai e pozzi. Anche perché, secondo le previsioni dei climatologi, l’Etiopia verrà sempre più colpita dalla siccità. Nella speranza che cambino le politiche agricole gli etiopi restano in attesa degli ennesimi aiuti alimentari. E per smorzare la fame organizzano periodicamente delle spettacolari danze della pioggia.

FONTE : TERRA NEWS – AUTORE : SUSAN DABBOUS

http://www.terranews.it/news/2009/10/l%E2%80%99etiopia-chiede-110-milioni-di-dollari-sfamare-i-piu-poveri

Categories : Appelli Generici Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,