Fondi europei, la Sicilia spende poco e truffa molto

Inserito da 13 Marzo, 2014 (0) Commenti

Si tratta di :News

soldiLa Sicilia non spende i soldi dell’Europa e quando li spende, in misura preoccupante, “truffa”. Come rimettere in carreggiata la Regione? La risposta è pressocché unanime da parte di economisti ed esperti: un uso intelligente dei fondi europei. Proposito che tutti i governi siciliani annunciano e non riescono a mettere in atto.

Prima ancora che il buon uso dei fondi europei, infatti, è il loro uso il problema. Non si è riusciti a spendere nemmeno la metà di ciò che è stato assegnato ed è un peccato che viene addebitato alla Sicilia dai governi nazionali, e non solo. Con quale faccia, dicono, chiedete soldi se non riuscite a spendere quelli che vi vengono assegnati?

La colpa è delle burocrazie? Una frottola, non solo delle burocrazie, che pure hanno le loro responsabilità. Parte dei fondi vengono utilizzati grazie al conferimento di quote di partecipazione nazionale e regionale. Se la Regione e il governo di Roma non ci mettono la loro parte, non arriva niente in Sicilia.

Quando si supera questo ostacolo, si è solo alla metà dell’opera: le risorse non vengono infatti investiti per la crescita e lo sviluppo, ma – com’è capitato più volte – per pagare gli stipendi ed i debiti. La Sicilia è sempre con l’acqua alla gola: quel che arriva in cassa è molto meno di quel che serve e ciò che serve è molto di più di quanto potrebbe permettersi a causa di un parco di “partecipate” costose e di un esercito di dipendenti.

E non è tutto. Se le risorse riescono trovare un varco finiscono nelle tasche di malandrini e furbastri in misura scandalosamente ampia: la Sicilia, infatti, detiene il primato delle truffe all’Unione europea, con 180 milioni di euro in un solo anno. Danno emergente e lucro cessante, dunque. Così a Bruxelles l’Isola s’è fatta una brutta fama e le conseguenze sono deleterie. Basti ricordare lo scandalo del Ciapi di Palermo (campagne promozionali inutili costate un occhio della testa e spartizione di soldi a editori e concessionari della pubblicità siciliani “costretti” a subire provvigioni molto alte).

Bisognerà, dunque agire sia sui tempi quanto sul controllo di legalità delle procedure per imporre una svolta. La Procura di Palermo è impegnata strenuamente: sono numerose le inchieste in corso per reati della pubblica amministrazione,  ma si tratta di repressione: interventi successivi al compimento dei reati, segnalati in qualche caso dal governo regionale. La “pulizia” va fatta a monte.

E’ una battaglia decisiva: I fondi europei sono l’unica ancora di salvezza a causa della crisi economica. Gli investimenti privati sono ridotti al lumicino, i risparmi delle famiglie siciliane sono affidate alle banche e la stretta creditizia soffoca le aziende.

Il sistema bancario siciliano, infine, è gestito prevalentemente da istituti di credito nazionali o internazionali: su 66 istituti bancari, solo 34 hanno sede in Sicilia e 27 di essi banche di credito cooperativo. Gli sportelli “friendly” non esistono o hanno il respiro corto. I depositi vengono utilizzati, in qualche misura, al Nord dove il numero delle imprese sopravvissute alla crisi e affidabili è maggiore che nell’Isola. Mettere in circolo liquidità è la priorità per fare ripartire crescita e sviluppo.

fonte: http://www.siciliainformazioni.com/85645/fondi-europei-la-sicilia-spende-poco-e-truffa-molto

Categories : News Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

l’email da un truffatore con oggetto “Giorno buon amico,”

Inserito da 9 Settembre, 2011 (0) Commenti

Si tratta di :ingegneria sociale,Phishing e Truffe

il truffatore in questione è reperibile a questa e-mail gerardmaxw@aol.com,

di seguito segue il testo della sua e-mail inviata con tecniche di spam a migliaia di indirizzi, si prega di non abboccare, si tratta di un truffatore che meriterebbe di essere  arrestato.

Giorno buon amico,

Il mio nome è Gerard Kenny Maxwell, lavoro con la Finanza
Unità di controllo monetario qui in Olanda, noi siamo responsabili per il controllo
titolari di conti esteri in tutte le diverse banche qui in Olanda. Io
trovato la tua e-mail di contatto tramite Web directory internazionale del mio paese.
Durante le nostre ultime ispezioni annuale di tutte le banche qui in vari conti Paesi Bassi, il mio dipartimento ha trovato un conto in sospeso con una somma enorme di US $ 10,500,000.00 (Dieci milioni 500 US Dollar) che è stato depositato da
l’ormai defunto Sig. Jerry R. Williams, un cittadino australiano.
Da mie ricerche ho scoperto che alla fine degli anni Jerry R. Williams non ha
beneficiario o parente più prossimo di rivendicare i suoi fondi (US $ 10.500.000,00) e la legge del mio paese qui in Olanda è che quando un conto è inattivo per più
di otto 8 anni l’Autorità ha il diritto di confiscare i fondi. Questo  i fondi stanno per essere confiscato se non approfittarne. Questo è perché sono in contatto con voi di collaborare me in questo una volta nella vita il business in tempo opportunità. Tutto quello che devi fare è quello di presentarsi come il parente più prossimo al decesso;
il mio avvocato processo e fornire tutti i documenti pertinenti in tal senso e il denaro sarà trasferito sul vostro conto nel vostro paese in modo da possono condividere e investire in un’attività redditizia.
Tutto quello che ho bisogno da voi è per noi di lavorare insieme – basta seguire le mie istruzioni e la strategia, e l fornirà tutte le informazioni pertinenti e documentazioni che consentiranno tali fondi vengono trasferite nella vostra banca conto legalmente senza un intoppo o un problema. Io vi darò il pieno spiegazione di questo business si risponde dopo questa email. Non vedo l’ora di sentire da voi presto.
Gentilmente risposta questa e-mail scrivendo direttamente alla mia email privata:(gerardmaxw@aol.com)
Cordiali saluti,
Kenny Maxwell

Categories : ingegneria sociale,Phishing e Truffe Tags : , , , , , , , ,

Scopa e paletta per la maxi-cacca di McCarthy

Inserito da 27 Giugno, 2010 (0) Commenti

Si tratta di :Curiosità

E’ una storia vera, che dire….
ma che Artisti, ma che burla !!


Opera esposta alla Biennale di Carrara completata nottetempo da ignoti
CARRARA (MASSA CARRARA) – Una mega scopa e una paletta di ferro alta due metri sono state piazzate nottetempo davanti alla maxi-cacca di Paul McCarthy, uno delle opere piu’ discusse della Biennale internazionale di scultura che e’ stata inaugurata stamani a Carrara.

Il maxi-escremento, realizzato in travertino di Rapolano (Siena), e’ stato piazzato in corso Roma davanti alla sede centrale della Cassa di Risparmio di Carrara. L’artista statunitense l’ha voluto collocare davanti ad una banca per “combattere il capitalismo”, come ha detto lui stesso nei giorni scorsi.

Gli operai del Comune sono subito intervenuti e hanno rimosso il maxi spazzolone e la paletta che nelle intenzioni dei ‘provocatori’ notturni sarebbero dovute essere utilizzate idealmente per rimuovere la grande cacca.

fonte ANSA Ultimo aggiornamento: 26/06/2010

Categories : Curiosità Tags : , , , , , , ,