frode carosello evadono Iva per 15 milioni Prestanome reclutati in ospedale

Inserito da 2 Luglio, 2010 (0) Commenti

Si tratta di :Phishing e Truffe

Evadono Iva per 15 milioni
Prestanome reclutati in ospedale
Un vorticoso giro di fatture false è stato scoperto dalla Guardia di Finanza di Genova. Otto persone sono state denunciate. Utilizzavano società fantasma intestate a persone malate o affette da gravi handicap motori. Un’associazione per delinquere attiva soprattutto in alcune regioni del centro-nord. Per commercializzare prodotti informatici utilizzavano la cosiddetta “frode carosello”, una triangolazione di società che fingono trattazioni economiche per farsi rimborsare l’imposta dallo Stato e poi scompaiono Hanno evaso Iva per 15 milioni di euro. Riuscivano a farlo utilizzando il trucco delle fatture false emesse da società fittizie intestate a persone malate o affette da gravi handicap motori. Li reclutavano in ospedale e li nominavano amministratori di imprese fantasma capaci solo di emettere fatture false.

Un’associazione per delinquere, attiva in alcune regioni del centro-nord, con un vorticoso giro d’affari di quasi mezzo miliardo di euro è stata smantellata dai militari del nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Genova.
Al termine di due anni e mezzo di indagini, i finanzieri hanno denunciato otto persone che avevano messo in piedi un’ingegnosa truffa legata al commercio di prodotti informatici, la cosiddetta “frode carosello”, un sistema di aziende, per lo più riconducibili agli stessi proprietari, che “fanno girare” le merci tra paesi europei. Le aziende che comprano vanno a credito di IVA dallo Stato e quelle che la devono versare scompaiono.

(02 luglio 2010)

fonte repubblica

Categories : Phishing e Truffe Tags : , , , , , ,

Due uomini, entrambi molto malati, occupavano la stessa stanza d’ospedale…

Inserito da 21 Agosto, 2008 (0) Commenti

Si tratta di :Storielle e Aneddoti

Pubblico una storiella che fa riflettere…

20081408 - IMG_1651

Due uomini, entrambi molto malati, occupavano la stessa stanza d’ospedale.A uno dei due uomini era permesso mettersi seduto sul letto per un’ora ogni pomeriggio per aiutare il drenaggio dei fluidi dal suo corpo. Il suo letto era vicino all’unica finestra della stanza. L’altro uomo doveva restare sempre sdraiato. Infine i due uomini fecero conoscenza e cominciarono a parlare per ore. Parlarono delle loro mogli e delle loro famiglie, delle loro case, del loro lavoro, del loro servizio militare e dei viaggi che avevano fatto. Ogni pomeriggio l’uomo che stava nel letto vicino alla finestra poteva sedersi e passava il tempo raccontando al suo compagno di stanza tutte le cose che poteva vedere fuori dalla finestra. L’uomo nell’altro letto cominciò a vivere per quelle singole ore nelle quali il suo mondo era reso più bello e più vivo da tutte le cose e i colori del mondo esterno. La finestra dava su un parco con un delizioso laghetto. Le anatre e i cigni giocavano nell’acqua mentre i bambini facevano navigare le loro barche giocattolo. Giovani innamorati camminavano abbracciati tra fiori di ogni colore e c’era una bella vista della città in lontananza. Mentre l’uomo vicino alla finestra descriveva tutto ciò nei minimi dettagli, l’uomo dall’altra parte della stanza chiudeva gli occhi e immaginava la scena. In un caldo pomeriggio l’uomo della finestra descrisse una parata che stava passando.Sebbene l’altro uomo non potesse sentire la banda, poteva vederla. Con gli occhi della sua mente così come l’uomo alla finestra gliela descriveva. Passarono i giorni e le settimane. Un mattino l’infermiera del turno di giorno portò loro l’acqua per lavarsi e trovò il corpo senza vita dell’uomo vicino alla finestra, morto pacificamente nel sonno. L’infermiera diventò molto triste e chiamò gli inservienti per portare via il corpo. Non appena gli sembrò appropriato, l’altro uomo chiese se poteva spostarsi nel letto vicino alla finestra. L’infermiera fu felice di fare il cambio, e dopo essersi assicurata che stesse bene, lo lasciò solo. Lentamente, dolorosamente, l’uomo si sollevò su un gomito per vedere per la prima volta il mondo esterno.Si sforzò e si voltò lentamente per guardare fuori dalla finestra vicina al letto.
Essa si affacciava su un muro bianco.
L’uomo chiese all’infermiera che cosa poteva avere spinto il suo amico morto a descrivere delle cose così meravigliose al di fuori di quella finestra. L’infermiera rispose che l’uomo era cieco e non poteva nemmeno vedere il muro. ‘Forse, voleva farle coraggio. ‘ disse.

Vi è un’immensa felicità nel rendere felici gli altri, anche a dispetto della nostra situazione. Un dolore diviso è dimezzato, ma la felicità divisa è raddoppiata. Se vuoi sentirti ricco conta le cose che possiedi che il denaro non può comprare. Oggi è un dono, è per questo motivo che si chiama presente.

Categories : Storielle e Aneddoti Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Appello Vero: Un aiuto per gli sfollati di Sadr City

Inserito da 21 Luglio, 2008 (0) Commenti

Si tratta di :Appelli Umanitari Veri

Terre des hommes (TDH) Italia ha avviato un intervento d’emergenza a favore degli abitanti di Sadr City, distretto orientale di Baghdad che negli ultimi mesi è stato teatro di feroci scontri tra l’esercito iracheno, le truppe statunitensi e i miliziani sciiti di Moqtada Al Sadr. A causa di ciò la maggior parte della popolazione civile è priva di qualsiasi mezzo di sostentamento e dell’assistenza sanitaria. Per questo TDH Italia ha iniziato la distribuzione di cibo e beni di prima necessità a circa 300 famiglie di sfollati interni e a oltre 160 famiglie residenti più vulnerabili. La distribuzione di aiuti umanitari è finanziata dalla Croce Rossa Internazionale e verrà portata avanti in collaborazione con una ONG locale.

Secondo le stime ufficiali del governo iracheno dalla fine di aprile i violenti combattimenti a Sadr City a Baghdad hanno causato la morte di oltre 1.000 persone e il ferimento di almeno altre 2.600, soprattutto civili. I settori 1-9 sono stati separati dal resto di Sadr City da un muro per tentare di controllare meglio i miliziani, ma la popolazione civile che vi abita si è trovata ostaggio della battaglia, non potendo scappare dalla zona di residenza a causa delle limitazioni del traffico e la mancanza di sicurezza. Inoltre gli unici due centri pubblici di salute esistenti sono stati chiusi.

Sadr City è considerato uno dei più poveri e sovraffollati distretti dell’Iraq: si calcola che vi abitino più di 2 milioni e mezzo di persone, oltre a un numero imprecisato di sfollati interni. Non tutti infatti sono registrati. Negli ultimi mesi la stragrande maggioranza della popolazione ha dovuto dipendere completamente da sporadiche distribuzioni di viveri e acqua, mentre i pochi ospedali ancora funzionanti non sono in grado di assistere tutti i malati del distretto. La situazione dei profughi non registrati è ancora peggiore, in quanto non hanno diritto alle distribuzioni governative di alimenti e spesso i rifugi che hanno trovato sono inadeguati dal punto di vista igienico. Per migliorare le loro condizioni Terre des hommes Italia ha iniziato la distribuzione di generi alimentari e kit igienici (detergenti per la casa e l’igiene personale, spazzolini e articoli casalinghi). Inoltre sta distribuendo pompe e filtri per l’acqua per scongiurare epidemie e malattie provocate dalla scarsità d’acqua potabile.

Gli scontri di Sadr City hanno causato anche innumerevoli danni alle case e ai luoghi pubblici: tra gli edifici più colpiti le scuole, molte delle quali sono servite da base per le operazioni militari. Si stima (dati Unicef) che sono 29 gli edifici scolastici di Sadr City pesantemente danneggiati durante i combattimenti. TDH Italia, coerentemente con la sua mission focalizzata sui diritti dell’infanzia, intende riabilitare 10 scuole del distretto distrutte dal conflitto, per consentire ai bambini di Sadr City di riprendere gli studi. Per questo lancia una raccolta fondi a cui si può contribuire con un versamento sul cc. postale n.321208 o su cc bancario Banca AntonVeneta IT90E0504001608 000001030370 , oppure on line (transazione protetta VeriSign®) alla pagina http://www.terredeshommes.it/ecom/donazione_online.php. Specificare sempre causale: emergenza Sadr City.

Terre des hommes Italia è attiva dal 2003 in Iraq, dove ha portato avanti interventi d’emergenza e progetti nel campo della sanità e dell’istruzione. Prossimo obiettivo è la riapertura del centro di Bataween, chiuso nel 2006 per le difficoltà della guerra, che nei suoi 2 anni e mezzo d’apertura era diventato un punto di riferimento nel quartiere per le tante attività ricreative e didattiche che si svolgevano al suo interno. Il centro offriva anche uno spazio attrezzato anche per visite mediche e assistenza psicologica ai minori e alle loro famiglie.

Per informazioni sugli altri progetti di Terre des hommes Italia in Iraq vai alla pagina http://www.tdhitaly.org/scheda_iraq.php

fonte : http://www.tdhitaly.org/news_det.php?story=378

Categories : Appelli Umanitari Veri Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Aiutiamo Giulia – Appello Vero

Inserito da 7 Luglio, 2008 (0) Commenti

Si tratta di :Appelli Umanitari Veri

La storia di Giulia

Ciao a tutti,

siamo Loredana e Cesare, la mamma e il papà di Giulia e vi presentiamo la nostra dolce bambina.

Giulia è nata a Torino il 16/03/2004 dopo 9 mesi di gravidanza sereni. Era già una bella bambina a poche ore di vita e noi genitori eravamo al settimo cielo. Per i primi 3 mesi di vita di Giulia tutto è proseguito bene fino a che non ci siamo accorti che qualcosa non andava: la bambina non possedeva il controllo del capo, non seguiva con lo sguardo ecc., insomma non faceva quello che ti aspetti faccia un bambino alla sua età.

Ricoverammo Giulia all’ospedale infantile Regina Margherita di Torino e, dopo una serie di esami, tra cui EEG, Risonanza Magnetica cerebrale, visita genetica, visita neurologica ci dimisero con un “tutto bene, Giulia ha la circonferenza cranica un po’ piccola ma vedrete che pian pianino recupererà”. Purtroppo, più il tempo passava e più ci accorgevamo che non c’era nessun miglioramento. A quel punto decidemmo di appoggiarci a un neuropsichiatria infantile di Torino che ci consigliò di sottoporre la bambina ad esercizi di psicomotricità per poterla aiutare ad affrontare le varie tappe dello sviluppo psicomotorio ritardate dalla microcefalia. All’età di 18 mesi ripetemmo la Risonanza Magnetica (per vedere se si evidenziavano danni cerebrali) che confermò l’assenza di lesioni. Intanto Giulia continuava a fare psicomotricità senza però ottenere nessun miglioramento sostanziale e il ritardo psicomotorio era ormai diventato estremamente grave. Decidemmo anche di sottoporre Giulia ad un ulteriore controllo genetico da cui però non emerse nulla. Nel frattempo il tempo passava e Giulia purtroppo non parlava, non stava seduta, non afferrava gli oggetti…. All’età di 20 mesi ci recammo all’Istituto Besta di Milano dove non riuscirono ad elaborare alcuna diagnosi e da dove tornammo con nessuna speranza in quanto ci dissero chiaramente che non si poteva fare nulla per la bambina. All’età di 3 anni la ricoverammo alla Fondazione Stella Maris di Pisa. Qui la bambina venne sottoposta a innumerevoli esami metabolici, genetici, EEG, visita cardiologica, densitometria ossea, una risonanza magnetica encefalo con spettroscopia e perfusione, da cui non emerse assolutamente nulla. Per Giulia non si trova una diagnosi!

Noi genitori non vogliamo ancora arrenderci e pensiamo che qualche cosa da qualche parte si possa fare… ed ecco che veniamo a conoscenza di un tipo di cura ,che viene eseguita negli Stati Uniti, basata sull’ossigenoterapia.

Purtroppo questa terapia ha dei costi estremamente elevati da sostenere per un periodo di tempo molto lungo ma, non potendo arrenderci di fronte a questo, dobbiamo lottare per dare alla nostra piccola Giulia la speranza di una vita migliore.

Aiutateci a realizzare questo sogno che sembrava impossibile.

Da metà febbraio Giulia si è trasferita con la mamma a Caserta dal momento che siamo entrati in contatto con un medico, il dott. Gaudenzio Garozzo, docente alla Sapienza di Roma, che attraverso la medicina tradizionale cinese è in grado di aiutare i bimbi con gravi problematiche cerebrali. Dopo un calvario di quasi 4 anni si apre quindi finalmente la possibilità di aiutare Giulia in maniera sensibile. Infatti, grazie alla sua grande competenza ed esperienza, il dott. Garozzo è riuscito a combinare l’utilizzo della medicina tradizionale cinese (agopuntura, massaggio, dieta…) con l’ossigenoterapia e la fisioterapia intensiva ottenendo risultati eccezionali! Con il contemporaneo trattamento iperbarico e cinese si accelera infatti il recupero funzionale dell’attività cerebrale e della qualità di vita dei bimbi malati.

Il dott. Garozzo cura Giulia gratuitamente tutti i giorni, non specula nella maniera più assoluta sulla salute dei bimbi sfortunati, ed è sempre estremamente disponibile, anche per darti un consiglio in piena notte o un conforto nei momenti più difficili.

Quando Giulia non stava bene andava a curarla a domicilio, sempre gratuitamente!

Il dottore sta preparando al meglio Giulia che, dopo nemmeno tre mesi trattamento, è già molto migliorata e questo le permette di poter andare negli Usa e beneficiare al meglio dell’ossigenoterapia e della fisioterapia intensiva.

il 2 luglio Giulia è partita per gli Usa continuate
ad aiutare utilizzando questi riferimenti:

ausale: una speranza per Giulia

Bonifico Bancario (Bank transfer)

Cin Q

Abi 02008

Cab 01160

c/c 000002238747

IBAN IT53Q0200801160000002238747

BIC SWIFT CODE UNCRITB1AG0

Intestazione: Cesare Sartirana

BancoPosta (Post Transfer)

Cin W

Abi 07601

Cab 01000

c/c 000085931772

IBAN IT97W0760101000000085931772

Intestazione: Loredana Ghiotti


Donazioni con carta di credito (Credit Card) sul sito

http://www.unasperanzapergiulia.it/donazioni.htm

www.unasperanzapergiulia.com

www.unasperanzapergiulia.it

http://cesare-sartirana.magix.net/website/

Categories : Appelli Umanitari Veri Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Sympathy (Dying of Disease) Hoaxes

Inserito da 6 Novembre, 1998 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax,English Articles

Muoiono di malattie Hoaxes

HI! Si tratta di Dave Matthews da The Dave Matthews Band (duh). I
America Online ha appena un po ‘di tempo fa e la mia volontà screenname
Essere inviato se si passa su questo. Ottenere un elenco delle persone
Che inviano a questo almeno altri 5 persone online e la mia
Segretario invierà a tutti voi il mio screenname. Vado in linea all’indirizzo
Almeno una volta alla settimana. Il motivo per cui sto facendo questo è perché questo
Bambina ha bisogno del nostro aiuto e ho pensato che avrei potuto usare la mia fama
Per aiutare i malati questa bambina.

Ok ascoltare Ho appena trascorso 13 ore Come schermo in modo che solo i nomi
I Could Guida uno Little Girl Così Leggi Il fondo Questa non è una catena
Lettera

Ok voi ragazzi ….. Questa non è una lettera a catena, ma una scelta per
Tutti noi per salvare una bambina che muoiono di una seria e
Fatale forma di cancro.
Ahhh … ma * * è una catena lettera. Il fatto che il falso la prossima domanda:
Si prega di inviare a tutti sapete … o non si sa a che.
Questo “invia a tutti” è il classico segno di un falso e rende questa catena lettera (contrariamente alla prima censura).
Questa bambina ha 6 mesi di sinistra a vivere, e come lei morire
Desiderano, lei ha chiesto di inviare una lettera catena di raccontare a tutti di vivere
La loro vita fino in fondo, non avendo mai volontà. Che sarà mai
Che promette di fare, passare dalla scuola superiore, o di sposarsi e di
Di avere una famiglia propria. Ma da voi l’invio di questa come di molte
Possibile di persone, si può dare lei e la sua famiglia un po ‘
La speranza, perché con ogni nome, che è inviato a questo, l’American
Cancro società donerà 3 centesimi al nome e al suo trattamento
Piano di recupero. Un tizio ha inviato questo a 500 persone! ! ! ! Quindi, lo so
Che possiamo inviare per almeno 5 o 6. Vieni su di voi ragazzi …. E
Se si è troppo dannatamente egoista rifiuti di 10-15 minuti a scorrimento questo
E la trasmissione di TUTTI, (più di una persona): sei uno
Cucciolo malati, e di due: basti pensare che vi potrebbe essere un giorno e ….
Non lo è anche il tuo denaro $ $, solo il tuo tempo. So che ya’ll
Non lasceranno! ! ! ! Amo ya’ll !!!!!

Dying of disease Hoaxes

HI! This is Dave Matthews from The Dave Matthews Band (duh). I
got America Online just a little while ago and my screenname will
be sent to you if you pass this on. I get a list of the people
who send this to at least another 5 people online and my
secratary will send all of you my screenname. I go online at
least once a week. The reason I am doing this is because this
little girl needs our help and I thought that I could use my fame
to help out this sick little girl.

Ok Listen I Just Spent 13 hours Getting Screen Names Just So that
I Could Help a Little Girl So Read The bottom This isn’t a chain
letter

Ok you guys….. This isn’t a chain letter, but a choice for
all of us to save a little girl that’s dying of a serious and
fatal form of cancer.
Ahhh…but it *is* a chain letter. the fact the the hoax next asks:
Please send this to everyone you know…or don’t know at that.
this “send this to everyone” is the classic sign of a hoax and makes this chain letter (contrary to prior claim).
This little girl has 6 months left to live, and as her dying
wish, she wanted to send a chain letter telling everyone to live
their life to the fullest, since she never will. She’ll never
make it to prom, graduate from high school, or get married and
have a family of her own. But by you sending this to as many
people as possible, you can give her and her family a little
hope, because with every name that this is sent to, the American
cancer society will donate 3 cents per name to her treatment and
recovery plan. One guy sent this to 500 people !!!! So, I know
that we can send it to at least 5 or 6. Come on you guys…. And
if you’re too damn selfish to waste 10-15 minutes scrolling this
and forwarding it to EVERYONE, (more than one person): you’re one
sick puppy, and two: just think it could be you one day….and
it’s not even your $money$, just your time. I know that ya’ll
will impress me !!!! I love ya’ll !!!!!

<> >>

Categories : Bufale e Hoax,English Articles Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,