Pechino 2008: garantito accesso a internet

Inserito da 1 Agosto, 2008 (0) Commenti

Si tratta di :News

Bocog: ‘Manterremo tutte le promesse fatte per aiutare i media’

(ANSA) – PECHINO, 1 AGO – Il comitato promotore delle Olimpiadi di Pechino garantira’ pieno accesso a Internet, senza censure, da parte dei giornalisti accreditati. Il comitato organizzatore cinese, ha detto un portavoce, ‘manterra’ le promesse fatte al tempo della candidatura per aiutare i media ad informare a proposito dei Giochi con buoni strumenti e servizi di prim’ordine’. Portavoce del Bocog avevano confermato che solo i siti legati alla setta religiosa del Falun Gong sono bloccati perche’ ‘illegali’ in Cina.

PECHINO, 2008-08-01 18:14

Categories : News Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Apple Security Update 2008-005

Inserito da 1 Agosto, 2008 (0) Commenti

Si tratta di :Sicurezza

Descrizione del problema

Apple ha rilasciato il Security Update 2008-005 per correggere
varie vulnerabilta’ che affliggono il sistema operativo Mac OS X
ed alcune applicazioni distribuite insieme al sistema stesso.

:: Software interessato

Apple Mac OS X versioni precedenti alla 10.5.4

:: Impatto

Cross Site Scripting
Denial of Service
Diffusione di informazioni sensibili
Spoofing
Bypass delle restrizioni di sicurezza
Privilege escalation

:: Soluzioni

Aggiornare Mac OS x alla versione 10.5.4
o applicare il Security Update 2008-004 attraverso lo strumento
‘Software Update’ o scaricandolo da Apple Downloads:

Security Update 2008-004 (PPC):
http://www.apple.com

Security Update 2008-004 (Intel):
http://www.apple.com

Security Update 2008-004 Server (PPC):
http://www.apple.com

Security Update 2008-004 Server (Intel):
http://www.apple.com

Mac OS X 10.5.4 Combo Update:
http://www.apple.com

Mac OS X 10.5.4 Update:
http://www.apple.com

Mac OS X Server 10.5.4:
http://www.apple.com

Mac OS X Server Combo 10.5.4:
http://www.apple.com

:: Riferimenti

Apple:
http://support.apple.com/kb/HT2163

Secunia:
http://secunia.com/advisories/30802/

Mitre’s CVE ID:
CVE-2005-3164
CVE-2007-1355
CVE-2007-2449
CVE-2007-2450
CVE-2007-3382
CVE-2007-3383
CVE-2007-3385
CVE-2007-5333
CVE-2007-5461
CVE-2008-0960
CVE-2008-1105
CVE-2008-1145
CVE-2008-2308
CVE-2008-2309
CVE-2008-2310
CVE-2008-2311
CVE-2008-2313
CVE-2008-2314
CVE-2008-2662
CVE-2008-2663
CVE-2008-2664
CVE-2008-2725
CVE-2008-2726

Categories : Sicurezza Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Mediaset Seeks 500 Million Euros in Viewing Rights from YouTube and Google

Inserito da 31 Luglio, 2008 (0) Commenti

Si tratta di :News

Depositata una richiesta di citazione nei confronti dei
due giganti Usa di internet Mediaset chiede 500 milioni
a YouTube e Google per illecita diffusione filmati

«Senza contare la pubblicità». Quantificati in 315.672 i giorni di visione perduti da parte del gruppo tv italiano

MILANO – Cinquecento milion di euro. È?la cifra che Mediaset chiede a Google e YouTube «per illecita diffusione e sfruttamento commerciale di file audio-video di proprietà delle società del gruppo».
LA CITAZIONE – I legali di Mediaset hanno depositato presso il tribunale Civile di Roma un atto di citazione nei confronti dei due giganti americani di internet.
I NUMERI – Secondo quanto riferito da Mediaset «alla data del 10 giugno 2008, dalla rilevazione a campione effettuata da Mediaset sono stati infatti individuati sul sito YouTube almeno 4.643 filmati di nostra proprietà, pari a oltre 325 ore di materiale emesso senza possedere i diritti. Alla luce dei contatti rilevati e vista la quantità dei documenti presenti illecitamente sul sito – prosegue la nota – è possibile stabilire che le tre reti televisive italiane del gruppo abbiano perduto ben 315.672 giornate di visione da parte dei telespettatori». Ai 500 milioni di euro per il danno emergente, precisa Mediaset, «bisognerà aggiungere le perdite subite per la mancata vendita di spazi pubblicitari sui programmi illecitamente diffusi in rete».
30 luglio 2008(ultima modifica: 01 agosto 2008)

Mediaset Seeks 500 Million Euros in Viewing
Rights from YouTube and Google

mediaset[1]--180x140

“Not counting advertising”. Italian TV group estimates 315,672 viewing days lost.
MILAN – Five hundred million euros is the figure demanded by Mediaset from Google and YouTube “for the unauthorised distribution and commercial exploitation of audio and video files owned by group companies”.
LEGAL ACTION – Mediaset lawyers have filed a summons against the two American internet giants at the civil court in Rome.
FIGURES – According to the Italian media group, “as of 10 June 2008, from sample-based surveys carried out by Mediaset, at least 4,363 films owned by our group have been identified on YouTube, equivalent to more than 325 hours of material broadcast without viewing rights. On the basis of the hits recorded, and in view of the number of files present on the site without authorisation, it can be ascertained that the group’s three Italian networks have lost 315,672 television viewing days”. The Mediaset note points out that to the 500 million euros of consequential damages “should be added losses deriving from lost sales of advertising space on programmes broadcast the web without authorisation”.

English translation by Giles Watson watson.it

Categories : News Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Che cos’è una Bufalata….

Inserito da 31 Luglio, 2008 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax

bufale

Mi dispiace ma non ha nulla a che fare con Hoax…
Sei sorpreso… non sapete cosa significa il termine Bufalata o Bufalate… sei deluso ?
ti sembrava qualcosa di informatico… sorridi…e mi raccomando attenti alle bufale… uahahauauau!!
Articolo tratto da Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Le bufalate erano corse di bufale che si svolgevano nel Seicento come spettacolo culminante di festeggiamenti popolari.

Bufalate

Le bufalate si svolsero in alcune città italiane e sostituirono nella seconda metà del XVI secolo le cacce ai tori considerate non tanto cruente ma soprattutto pagane.

Bufalate a Siena

Le bufalate nella città toscana di Siena si svolsero dal 1599 al 1650 con bufale di razza maremmana.

Le bufalate venivano organizzate in Piazza del Campo, a Siena. La competizione era tra le Contrade della città e solo tra quelle che si iscrivevano a partecipare. Il numero dei partecipanti fu quindi variabile.
Veniva considerata vincitrice la Contrada la cui bufala avesse percorso per prima tre giri della piazza in senso antiorario (contrario alla direzione in cui viene corso il Palio di Siena attuale). La bufala veniva montata da un buttero e ogni Contrada aveva per l’occasione dodici pungolatori che servivano a spronare l’animale con con un ferro appuntito e a raddrizzare la sua corsa quando necessario. Si sospetta che il pungolo venisse usato anche contro le bufale avversarie per rallentarle e anche contro i pungolatori avversari ma non esistono cronache chiare a riguardo.

Come nel Palio di Siena moderno, la corsa era preceduta da un corteo in cui ogni Contrada sfilava con i propri abitanti vestiti a festa con i rispettivi colori. In alcuni casi i rappresentanti delle Contrade erano armati, in altri per ogni Contrada sfilava un carro allegorico rappresentante un tema mitologico greco o un carro raffigurante l’animale totemico. Quest’ultimo era una reminescenza dei carri usati per ripararsi durante le cacce ai tori.

Da una cronaca di Guglielmo Palmieri dell’ultima bufalata corsa (1650) a cui parteciparono la Lupa, l’Oca, il Drago, la Chiocciola, la Torre e dell’Onda:

“Terminata la Comparsa di tutte le accennate Contrade, ciascuna si ritirò al suo Palco, che fabbricato avevano intorno alla Piazza. Si diede subito ordine all’immissione delle Bufale, ed al tocco della Tromba in tre volte si lasciò il canape, e corsero, e restò vittoriosa, quella della Chiocciola. Il Palio era di broccato d’oro, di valuta di circa 140 scudi con fodera di taffetà doppio nero e bianca, insegna della Balzana, colle armi [stemmi, n.d.r.] in taffetà della Serenissima Gran Duchessa, e del Gran Duca”.

Si ha notizia di trentasei bufalate corse negli anni (tra parentesi il nome della Contrada vincitrice): 1599 (Onda), 1599 [sic] (Lupa), 1601 e 1602 (Torre), 1609 (Onda), 1605 (Bruco), 1610 (Aquila), 1612 (Nicchio), 1617 (Tartuca), 1618 (Oca), 1619 (Civetta), 1620 e 1621 (Bruco), 1621 [sic] (Torre), 1622 (Aquila), 1623 (Onda), 1625 (Chiocciola), 1629 (Giraffa), 1630 (Onda), 1631 (Lupa), 1632 (Nicchio), 1634 (Selva), 1635 (Torre), 1637 (Valdimontone), 1638 (Nicchio), 1639 (Onda), 1639 [sic] (Oca), 1640 (Torre), 1643 (Selva), 1644 (Pantera), 1645 (Valdimontone), 1646 (Pantera), 1647 (Civetta), 1648 (Vipera), 1648 o 1649 (Istrice), 3 novembre 1650 (Chiocciola).

Nell’elenco figura una vittoria della Vipera, contrada non più esistente al giorno d’oggi.
In alcuni anni risultano essersi svolte due corse. In questi casi ci sono più possibilità: errore del cronista; effettuazione di due corse con le bufale; conteggio del secondo premio che in certi casi era usanza assegnare o al secondo arrivato o al vincitore di una corsa di consolazione successiva alla corsa principale e alla quale non partecipava la Contrada vincitrice del primo premio.
L’attribuzione delle vittorie e il numero di corse con le bufale è però soggetto di controversia ed esistono documenti storici contrastanti. Il presente elenco è soltanto indicativo della frequenza di svolgimento di questo tipo di feste.

Estratto da “http://it.wikipedia.org/wiki/Bufalata”

Categories : Bufale e Hoax Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Terror mail to Japanese embassy a hoax: Delhi Police

Inserito da 31 Luglio, 2008 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax
New Delhi, July 31 : Delhi Police suspected a frustrated man behind an email sent to the Japanese embassy Wednesday that threatened to carry out blasts in a popular shopping place here.
“The embassy has forwarded an email to us. It says that after the serial blasts in Bangalore and Ahmedabad the next target will be Delhi’s Sarojini Nagar market,” a senior Delhi Police official told IANS.

“But our initial investigation suggests that it is the job of a psychic man, who was denied visa (by the embassy). We have almost identified him and he would be arrested soon,” the official added.

The email threat was sent to the embassy in the afternoon.

The official said the Special Cell, an expert wing to combat terrorism, was studying the email. “There is nothing to worry and all reports related to increased security at the embassy are rubbish,” the official added.

The police said no case was registered till late Wednesday.

On Friday Bangalore was targeted with eight blasts which killed one woman and injured seven people. The next day Ahmedabad was rocked with 21 coordinated blasts, which claimed 52 lives and injured at least 200 people.

Since Sunday, metros across the nation have reported a large number of hoax calls even as police found and defused 23 bombs in Surat.

The Sarojini Nagar market was targeted by terrorists when it was hit by one of the three blasts Oct 29, 2005, killing at least 50 people. — IANS

Source: http://www.newkerala.com/topstory-fullnews-3932.html

Categories : Bufale e Hoax Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

55 years after UFO hoax, ‘Monkey from Mars’ is a Ga. crime lab’s museum oddity

Inserito da 30 Luglio, 2008 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax

DECATUR, Ga. (AP) _ Other museums might have more or flashier items to display. But only the mini-museum of the Georgia Bureau of Investigation can boast of possessing such an other-world oddity as the monkey from Mars.

The bureau’s state crime lab lobby has its requisite displays on forensic science, including an illegal moonshine still and the microscopic fibers that solved the 1981-82 Atlanta child murders. But tucked away in a glass cylinder are the preserved remains of a monkey that three pranksters passed off as an alien 55 years ago in a UFO hoax that drew headlines worldwide.

At the height of UFO hysteria then sweeping the nation, two young barbers and a butcher took a dead monkey in 1953, lopped off its tail and applied a liberal dose of hair remover and some green coloring to the carcass.

Then they left the primate on an isolated road north of Atlanta in the pre-dawn hours of July 8, 1953, burning a circle into the pavement with a blowtorch before a police officer came around the curve in his patrol car.

By WALTER PUTNAM | Associated Press Writer 5:26 AM EDT, July 30, 2008
Source : http://www.orlandosentinel.com

Categories : Bufale e Hoax Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Mi chiamo Cleto e ho 5 anni – aiutami, per favore

Inserito da 28 Luglio, 2008 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax

SI TRATTA DI UN HOAX, UNA BUFALA DI CATTIVO GUSTO.

ELIMINO LA FOTO

IL TESTO DELLA MAIL E’ IL SEGUENTE :

Mi chiamo Cleto e ho 5 anni….aiutami, per favore.

BEBE IMPORTANTE

Me llamo Cleto y tengo 5 años… aydame por favor.

Sinceramente espero que nuestro granito de arena por reenviar esto tan triste sirva para poder ayudar a esta criatura, solo alguien sin corazón puede eliminar este mail, no cuesta nada colaborar; de tantas tonterias que a veces enviamos, esto realmente vale la pena.

Gracias por tu tiempo y por tu corazón.

Solo reenvialo, por caridad. (y dale gracias a Dios si tienes hijos sanos). Cleto es un niño de Bogotá Colombia, cuenta con cinco años de edad y desde los dos años sufre de una rara enfermedad llamada elenfatiasis cumerdi, lo mismo que en sus brazos debido a la gran desnutrición ha sufrido una malformación de sus huesos. Te pedimos de todo corazón tu ayuda.

Cómo?

Reenviando este e-mail a cuantos corresponsales tengas en tu libreta de direcciones. Por cada e-mail que se reenvie, Cleto recibirá una cantidad de dinero la cual se destinara a ayudarlo en su recupoeración y terpias.Cleto mas que nadie y sus padres te lo agradeceran infinitamente. Dios te bendiga.

Questo bimbo della Colombia soffre di una rara malattia che causa delle gravi malformazioni alle ossa.

Rinviando questa mail potrai aiutarlo.

Per ogni mail inviata, la sua famiglia riceverà del denaro per le cure e le terapie.
Per una volta fidiamoci e facciamo del bene.

NON E’ VERO TUTTO FALSO !

Categories : Bufale e Hoax Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Trovi il nostro lavoro Interessante Supporta Hoax.it Inserendo uno dei nostri banners nel tuo sito, blog, spaces

Inserito da 24 Luglio, 2008 (0) Commenti

Si tratta di :

In questa pagina troverai diversi tipi di banner per inserire il banner ti basterà scegliere
un banner che maggiormente preferisci, vicino al banner troverai il codice per inserirlo all’interno del tuo sito, basteranno pochi secondi !
Ci sono diversi esempi, puoi scegliere , quanto a dimensioni e formati, quello che più ti aggrada in modo da poter adattare il banner a qualsiasi layout (le dimensioni sono quelle standard).

Per inserire all’interno del tuo sito un banner di HOAX.IT, è sufficiente selezionare il testo presente nell’area testuale (CODICE HTML) che trovi sotto ciascuna immagine, selezionalo copiarlo e incollarlo all’interno dell’HTML della tua pagina Web.

Ti ringrazio per aver deciso di supportare la nostra iniziativa, che dire adesso hai un amico in più !

IN LAVORAZIONE
banner 300 x 55 formato gif trasparente (sia adatta allo sfondi del tuo sito)

Hoax.it - La Bussola della Rete

codice html da prelevare

banner 267 x 400 formato jpg

Hoax.it - La Bussola della Rete

codice html da prelevare

banner COLLABORO CON HOAX.IT (INVIARE E-MAIL, CON LA RICHIESTA COLLABORAZIONE E SPIEGARE MOTIVAZIONE CANDIDATURA E ALLEGARE BREVE PRESENTAZIONE) formato gif trasparente (sia adatta allo sfondo del tuo sito, può essere ridimesionato all’occorrenza)

Hoax.it - La Bussola della Rete

codice html da prelevare

banner piccolo 88 x 31 (tipo bottoncino)

    codice html per il bottoncino 88 x 31 in flash

CODICE PER IL BANNER ANIMATO IN FLASH 728 X 90

Categories : Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

In aumento le truffe on-line ad Enna

Inserito da 24 Luglio, 2008 (0) Commenti

Si tratta di :News,Phishing e Truffe

Rete-trappola. Sono sempre di più le vittime di raggiri su Internet che si rivolgono alla polizia postale

Attenti alla “rete”. Sono, infatti, sempre più numerose le segnalazioni che arrivano alla polizia postale di Enna per quanto riguarda le truffe telematiche. Basta un attimo di distrazione mentre si legge una e-mail o mentre si fa un acquisto on-line per trovarsi con conti in banca e tasche particolarmente alleggerite da truffatori decisamente abili, che hanno trovato nel web la loro ultima frontiera per delinquere.
Tra l’agosto del 2007 e il mese in corso sul territorio ennese le denunce per truffe telefoniche sono state 40, le intrusioni in sistemi informatici 2 e un soggetto è stato denunciato all’autorità giudiziaria; 7 sono state le clonazioni di carte di credito segnalate alla polizia postale, 21 le truffe avvenute a mezzo sistemi informatici e 9 le persone denunciate. Per violazione della privacy nell’ultimo anno sono state denunciate 3 persone, 5 sono state le molestie a mezzo sistemi informatici e 4 le persone denunciate, 3 le denunce per diffamazione a mezzo sistemi informatici e una la persona denunciata.
Attualmente sono in corso delle indagini della polizia giudiziaria per identificare gli autori dei reati indicati. Sempre più frequenti sono le truffe compiute sulle aste on-line, tra le quali la più famosa è e-bay. Sono tanti gli utenti che hanno acquistato oggetti di valore come computer, telefonini e anche orologi, ricevendo in cambio della somma pattuita nel momento in cui si sono aggiudicati l’asta, nulla o oggetti di scarsissimo valore. E al momento di protestare l’utente che ha effettuato la vendita è risultato impossibile da trovare.
Particolarmente frequente tra le truffe telematiche è il “phishing”, ossia l’invio di false e-mail che recano l’indirizzo di grosse banche e delle poste italiane. Il contenuto è sempre uguale, viene richiesto di fornire il proprio pin o le proprie coordinate bancarie per effettuare controlli indispensabili sul vostro conto, pena la immediata cessazione dello stesso. La procedura, all’apparenza senza rischi, consiste nel clikkare su un link scritto alla fine della mail. Una volta clikkato e inseriti i dati personali del conto, nel giro di poco tempo dei propri risparmi non rimane più nulla. A guardare bene, però, il contenuto della mail, anche se reca il nome di una banca che magari corrisponde alla propria (ed è solo il caso molto spesso, se coincide il nome della filiale con la propria) è pieno zeppo di errori di ortografia e sintassi. In ogni caso, è bene contattare la propria banca e chiedere se sia stata inviata qualche richiesta per posta, per essere sicuri di non essere potenziali vittime di questo diffuso tipo di truffa.
La polizia postale è, comunque, il punto di riferimento ideale per quanti finiscono vittime di truffe on-line. La polizia di Stato, attraverso il proprio sito web, ha messo a disposizione degli utenti un commissariato on-line, in cui potere effettuare, previa registrazione al sito, la propria denuncia o segnalazione. Sempre on-line sul sito della polizia è disponibile anche un esperto a cui rivolgere le proprie domande e e i propri dubbi in tempo reale.
Autore: Tiziana Tavella tratto dal giornale La Sicilia del 24 luglio 2008

Categories : News,Phishing e Truffe Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Appello Vero: Un aiuto per gli sfollati di Sadr City

Inserito da 21 Luglio, 2008 (0) Commenti

Si tratta di :Appelli Umanitari Veri

Terre des hommes (TDH) Italia ha avviato un intervento d’emergenza a favore degli abitanti di Sadr City, distretto orientale di Baghdad che negli ultimi mesi è stato teatro di feroci scontri tra l’esercito iracheno, le truppe statunitensi e i miliziani sciiti di Moqtada Al Sadr. A causa di ciò la maggior parte della popolazione civile è priva di qualsiasi mezzo di sostentamento e dell’assistenza sanitaria. Per questo TDH Italia ha iniziato la distribuzione di cibo e beni di prima necessità a circa 300 famiglie di sfollati interni e a oltre 160 famiglie residenti più vulnerabili. La distribuzione di aiuti umanitari è finanziata dalla Croce Rossa Internazionale e verrà portata avanti in collaborazione con una ONG locale.

Secondo le stime ufficiali del governo iracheno dalla fine di aprile i violenti combattimenti a Sadr City a Baghdad hanno causato la morte di oltre 1.000 persone e il ferimento di almeno altre 2.600, soprattutto civili. I settori 1-9 sono stati separati dal resto di Sadr City da un muro per tentare di controllare meglio i miliziani, ma la popolazione civile che vi abita si è trovata ostaggio della battaglia, non potendo scappare dalla zona di residenza a causa delle limitazioni del traffico e la mancanza di sicurezza. Inoltre gli unici due centri pubblici di salute esistenti sono stati chiusi.

Sadr City è considerato uno dei più poveri e sovraffollati distretti dell’Iraq: si calcola che vi abitino più di 2 milioni e mezzo di persone, oltre a un numero imprecisato di sfollati interni. Non tutti infatti sono registrati. Negli ultimi mesi la stragrande maggioranza della popolazione ha dovuto dipendere completamente da sporadiche distribuzioni di viveri e acqua, mentre i pochi ospedali ancora funzionanti non sono in grado di assistere tutti i malati del distretto. La situazione dei profughi non registrati è ancora peggiore, in quanto non hanno diritto alle distribuzioni governative di alimenti e spesso i rifugi che hanno trovato sono inadeguati dal punto di vista igienico. Per migliorare le loro condizioni Terre des hommes Italia ha iniziato la distribuzione di generi alimentari e kit igienici (detergenti per la casa e l’igiene personale, spazzolini e articoli casalinghi). Inoltre sta distribuendo pompe e filtri per l’acqua per scongiurare epidemie e malattie provocate dalla scarsità d’acqua potabile.

Gli scontri di Sadr City hanno causato anche innumerevoli danni alle case e ai luoghi pubblici: tra gli edifici più colpiti le scuole, molte delle quali sono servite da base per le operazioni militari. Si stima (dati Unicef) che sono 29 gli edifici scolastici di Sadr City pesantemente danneggiati durante i combattimenti. TDH Italia, coerentemente con la sua mission focalizzata sui diritti dell’infanzia, intende riabilitare 10 scuole del distretto distrutte dal conflitto, per consentire ai bambini di Sadr City di riprendere gli studi. Per questo lancia una raccolta fondi a cui si può contribuire con un versamento sul cc. postale n.321208 o su cc bancario Banca AntonVeneta IT90E0504001608 000001030370 , oppure on line (transazione protetta VeriSign®) alla pagina http://www.terredeshommes.it/ecom/donazione_online.php. Specificare sempre causale: emergenza Sadr City.

Terre des hommes Italia è attiva dal 2003 in Iraq, dove ha portato avanti interventi d’emergenza e progetti nel campo della sanità e dell’istruzione. Prossimo obiettivo è la riapertura del centro di Bataween, chiuso nel 2006 per le difficoltà della guerra, che nei suoi 2 anni e mezzo d’apertura era diventato un punto di riferimento nel quartiere per le tante attività ricreative e didattiche che si svolgevano al suo interno. Il centro offriva anche uno spazio attrezzato anche per visite mediche e assistenza psicologica ai minori e alle loro famiglie.

Per informazioni sugli altri progetti di Terre des hommes Italia in Iraq vai alla pagina http://www.tdhitaly.org/scheda_iraq.php

fonte : http://www.tdhitaly.org/news_det.php?story=378

Categories : Appelli Umanitari Veri Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,