Il vescovo benedice i cellulari contro le fake-news “Padre santo proteggi chi usa il cellulare” – Storia Vera

Inserito da 5 Febbraio, 2018 (0) Commenti

Si tratta di :Curiosità

Si tratta di un fatto vero, sebbene sembri incredibile è accaduto veramente !

 

Non poteva mancare la zelante iniziativa di un vescovo che ha benedetto in modo specifico chi usa cellulari, smartphone e tablet.
Non ci è dato di sapere se dal punto di vista informatico la chiesa ha preferito dispositivi Android o Apple, ma lo zampino è stato messo anche in questa vicenda, ovvero le Fake News. Il periodo è maturo e tutti di questi tempi sentono il bisogno di dispensare saggezza, sarà mania di onnipotenza, il fatto è che dai politici agli esponenti informatici ai sedicenti esperti in materia hanno tutti la necessità di esporre il proprio parere (non richiesto) in merito.

Ovviamente l’importante per tutti questi individui è come al solito seguire la corrente e conformarsi al “cervello unico”  ed evitare appunto il lavoro di indagine e verifica che si dovrebbe fare. Taluni sono convinti che basta digitare una parola e premere invio per avere ogni risposta… Finchè lo faccia un povero “analfabeta” privo di mezzi possiamo tutti ammettere la grandezza della banalità di strumenti troppo vasti per chi on ha strumenti. la cosa che mi fa riflettere è la consapevole analisi delle fonti per indirizzare la notizia da preferire alle altre versioni. sarà ma ultimamente vedo in giro taluni che sono peggio dei migliori boccaloni in quanto dal loro pulpito dettano legge e cosa peggiore vorrebbero condizionare taluni che on hanno mezzi per ricercare la verità.

dopo questa breve riflessione si fornisce ai più l’articolo in verisone integrale

In tanti si sono presentanti, puntuali, questa mattina alle ore 11, famiglie con bambini al seguito, giovani, anziani, tutti rigorosamente con il cellulare di ultima generazione alla mano, con tablet ed altri ritrovati della tecnologia, per ricevere la benedizione di Don Giorgio Mariotti, parroco di Nuvole-Lerchi-Piosina-Astucci (ideatore quattro anni fa di questa iniziativa unica in Italia) in occasione della ricorrenza di San Biagio, (venerato dai fedeli per la cura dei mali fisici ed in particolare della gola), a cui è dedicata la piccola chiesa sulle colline altotiberine a pochi chilometri dalla città.

Accanto al sacerdote “cybernauta” (che oltre dieci anni fa alla soglia dei sessanta anni ha abbracciato la vita religiosa e si è distinto per la sua battaglia per un corretto utilizzo di smartphone, computer e affini) anche il vescovo della diocesi di Città di Castello, Monsignor Domenico Cancian, tra l’altro in visita pastorale alla parrocchia e comunità locale, che dall’altare hanno lanciato anche un messaggio ad un approccio “corretto, sano e positivo all’utilizzo delle tecnologie, telefoni, chat e messaggerie comprese, rivolgendosi in particolare ai giovani, ai ragazzi e ai loro genitori, affinchè si diffonda sempre di più “una cultura di rispetto delle persone, della loro dignità, ispirata alla solidarietà e sana convivenza”.

Il vescovo, citando anche un brano di un articolo che si riferiva ad un recente e cruento fatto di cronaca nazionale che ha scosso le coscienze di tutti, non si è sottratto ad entrare nel merito anche delle cosidette “fake-news” e di un modo di veicolare notizie false, spesso denigratorie e offensive in voga purtroppo ormai sulla rete, richiamando quanto affermato dal cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei e vescovo di Perugia in occasione di San Francesco di Sales, patrono degli operatori dei media: “le fake-news non nascono da sole e sono frutto del pensiero di chi ha in animo di dividere e non di unire. Oggi più che mai c’e’ bisogno di buone notizie e di veicolarle in maniera giusta come peraltro fanno Don Giorgio Mariotti ed il gruppo di fedeli e catechisti che lo segue, attraverso un concorso dedicato a coloro che sono in grado di scovarle dalla rete e di condividerle. Le “fake-news” si combattono con un pensiero positivo e con un modo di stare insieme in comunità all’insegna della solidarietà e rispetto reciproco; utilizzate bene i vostri cellulari e la tecnologia ad ogni livello in ogni ambito della vita quotidiana”, ha concluso Cancian prima di impartire la benedizione solenne assieme a Don Giorgio Mariotti, mentre i fedeli nel frattempo avevano tirato fuori dalle tasche o borse varie i propri smartphone: “Padre santo, da te discende la pienezza di ogni benedizione e a te sale la voce del popolo che benedice il tuo nome; nella tua benevolenza proteggi coloro che usano questi nuovi strumenti della comunicazione, sia per il loro lavoro che per la loro vita quotidiana”.

Al termine della messa “hi-tech” tanto per rimanere in tema si è svolta la cerimonia di premiazione del concorso, “Cellulari e buone notizie”, rivolto a tutti coloro che inviano un messaggio contenente una buona notizia possibilmente con foto, citando la relativa fonte. A decretare la migliore notizia e il relativo autore che l’ha scovata sulla rete e che si aggiudica il premio, è il numero di «mi piace» che le tre notizie hanno collezionato dopo la pubblicazione sulla pagina facebook «Parrocchia di Nuvole» e “Le Rose di Gerico di Città di Castello”. La premiazione finale con tanto di motivazione ha decretato i seguenti vincitori: al primo posto, Francesco Coltrioli, allenatore dell’Fc Castello Calcio, che ha ricevuto il premio direttamente allo stadio dopo la partita. La sua buona notizia riguarda “la risonanza magnetica decorata come un bosco magico per i piccoli parenti del Regina Margherita di Torino”. Al secondo posto si è classificato P.Mataloni e al terzo posto M.Mancini.

fonte articolo

Categories : Curiosità Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

La Bufala dal titolo “Scadenza domani!!! FACEBOOK/ Privacy / Servizio a Pagamento / Gold

Inserito da 4 Luglio, 2016 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax

Vai su Facebook e gira un post, anzi il solito post, sulla protezione dei propri contenuti e sul diritto alla proprietà intellettuale sul momenti ti sembra uno scherzo di qualche amico Burlone.

Poi capisci tragicamente che anche persone di una certa cultura anche giornalisti che dovrebbero “verificare” l’informazione si abbassano a pubblicare stupide catene di San Antonio.

Capita sempre vedere che molti fanno riferimento a abbonamenti per membri (membri se da un lato viene tradotto così orrendamente dall’inglese member non si capisce il perchè lasciarlo così in italiano forse per far ricordare memeber nel senso di “cazzoni” ).

A parte questa piccola digressione non esiste alcun abbonamento e non ha logica un diverso piano per i comuni utenti del social network.

Resti sbalordito dalle varie versioni che dicono “copia e incolla tanto non ti costa niente ”

FACEBOOK non sarà mai a pagamento perchè è un social che guadagna con la pubblicità che mostra agli utenti registrati, quindi più utenti più possibilità di definire target pubblicitari.

Senza “ulteriore indugio” non pubblicate boiate del genere perchè se da un lato vi rende “ridicoli” agli occhi dei più, non fate una bella figura diffondendo cose così stupide.

Segue un elenco delle varie versioni potete segnare altre versioni via mail segnalazioni@hoax.it

 

PRIMA VERSIONE

$_35 😱😟😡😷

Scadenza domani!!!
Tutto quello che avete postato diventa pubblico da domani. Anche i messaggi che sono stati eliminati o le foto non autorizzate. Non costa nulla per un semplice copia e incolla, meglio prevenire che curare. Canale 13 ha parlato del cambiamento nella normativa sulla privacy di Facebook.
Io non do facebook o qualsiasi entità associata a facebook il permesso di usare le mie immagini, informazioni, i messaggi o i post, passato e futuro. Con questa dichiarazione, do avviso a Facebook che è severamente vietato divulgare, copiare, distribuire, trasmettere o prendere qualsiasi altra azione contro di me sulla base di questo profilo e / o il suo contenuto. Il contenuto di questo profilo è privato e le informazioni riservate. La violazione della privacy può essere punita dalla legge (UCC 1-308-1 1 308-103 e lo statuto di Roma). Nota: Facebook è ora un’entità pubblica. Tutti i membri devono pubblicare una nota come questa. Se preferisci, puoi copiare e incollare questa versione. Se non pubblichi una dichiarazione almeno una volta, Sara ‘ tatticamente permettendo l’uso delle tue foto, così come le informazioni contenute negli aggiornamenti di stato di profilo. Non condivido. Copia e incolla per stare sul sicuro.

 

 

SECONDA VERSIONE

news_41729_leggeScadenza domani!!!
Tutto quello che avete postato diventa pubblico da domani. Anche i messaggi che sono stati eliminati o le foto non autorizzate. Non costa nulla per un semplice copia e incolla, meglio prevenire che curare. Canale 13 ha parlato del cambiamento nella normativa sulla privacy di Facebook.
Io non do facebook o qualsiasi entità associata a facebook il permesso di usare le mie immagini, informazioni, i messaggi o i post, passato e futuro. Con questa dichiarazione, do avviso a Facebook che è severamente vietato divulgare, copiare, distribuire, trasmettere o prendere qualsiasi altra azione contro di me sulla base di questo profilo e / o il suo contenuto. Il contenuto di questo profilo è privato e le informazioni riservate. La violazione della privacy può essere punita dalla legge (UCC 1-308-1 1 308-103 e lo statuto di Roma). Nota: Facebook è ora un’entità pubblica. Tutti i membri devono pubblicare una nota come questa. Se preferisci, puoi copiare e incollare questa versione. Se non pubblichi una dichiarazione almeno una volta, Sara ‘ tatticamente permettendo l’uso delle tue foto, così come le informazioni contenute negli aggiornamenti di stato di profilo. Non condivido. Copia e incolla per stare sul sicuro

 

 

 

 

TERZA VERSIONE

fatturaÈ ufficiale,firmato alle 10:33.
È anche passato in TV.
Facebook comincerà a fatturare quest’estate. Se copi questo sulla tua bacheca la tua icona sarà blu e facebook sarà gratuito per te.
Si prega di trasmettere questo messaggio,se questo non è un dato di fatto,la tua icona sarà soppressa.
P.s.: è una cosa seria,l’icona diventerà blu
(Copia e incolla sulla tua bacheca )

 

 

 

 

 

QUARTA VERSIONE

ba64fcb93d

Do il mio permesso alla Polizia, ai Carabinieri, al Ministro dell’Interno, alle Guardie Svizzere, al priorato di Sion, a JEEG ROBOT D’ACCIAIO, agli abitanti della terra di mezzo, a Fox Mulder e Dana Scully, a quelli dell’isola che non c’è, ai Goonies, a Bianca e Bernie,al Bianconiglio,a Topolino e tutta la Walt Disney, a Walker Texas Rangers, allo SHIELD, ai Vendicatori,a The Matrix, ai massoni, agli Iilluminati e pure ai Crociati di guardare tutte le stronzate che pubblico su Facebook.
E nella consapevolezza che la mia privacy è finita quando ho comprato il primo smartphone e che in questo paese ha più probabilità di andare in galera un blogger per diffamazione che un politico per corruzione, prima di essere incolpato dell’omicidio di Kennedy, della morte di Marylin, dell’11/9, del riscaldamento globale, della crisi finanziaria,e della ormai imminente fine del mondo, volevo semplificare a tutti la vita dichiarando quanto segue:
SI, HO STATO IO!…!!!
E nel ricordarvi che qualsiasi dichiarazione facciate non ha alcun valore legale, e che il contratto che avete sottoscritto delega a fb la proprietà intellettuale di qualsiasi cosa voi pubblichiate, porgo un cordiale saluto a tutti gli agenti dei servizi segreti e reparti di polizia postale che ogni giorno leggono le mie mail, scansionano i miei computer, filtrano la mia connessione, correggono i miei compiti a casa MA CHE NON PULISCONO MAI IL WATER.
Copia e incolla questo messaggio sul tuo diario o l’uomo nero verrà a prenderti stanotte

 

QUINTA VERSIONE

1_500

Scadenza domani!!!
Tutto quello che avete postato diventa pubblico da domani perchè lo ha stabilito Akmen Rà. Avviene una fusione interna che brucia tutti i neuroni. Lo ha detto pure TV8 quando vi erano estranei distesi a letto. Anche i messaggi che sono stati eliminati o le foto non autorizzate vengono espropriate in modo proletario. Non costa nulla per un semplice copia e incolla, se non lo farete in Italia regnerà il governo di coalizione Prodi-Monti, meglio prevenire che curare. Canale 13 ha parlato del cambiamento nella normativa sulla privacy di Facebook pure su Cartoon Network si dica che Oggy e i maledetti scarafaggi stiano progettando la fuga dalla discarica.
Io non do facebook o qualsiasi entità anche del tipo paranormale associata a facebook il permesso di usare le mie immagini, informazioni, i messaggi o i post, passato e futuro. Con questa dichiarazione, do avviso a Facebook e a tutti i CREDULONI che è severamente vietato divulgare, copiare, distribuire, trasmettere o prendere qualsiasi altra azione contro di me sulla base di questo profilo e / o il suo contenuto. Il contenuto di questo profilo è privato e le informazioni che voglio sono riservate non otterrai nulla sebbene ti trastulli tutto il giorno davanti a Facebook e simili. La violazione della privacy può essere punita dalla legge (UCC 6-308-1 1 308-10899 e lo statuto di Roma). Nota: Facebook è ora un’entità pubblica. Tutti i membri anche esili devono pubblicare una nota come questa. Se preferisci, puoi copiare e incollare questa versione. Se non pubblichi una dichiarazione almeno una volta, Sara ‘ tatticamente permettendo l’uso delle tue foto, così come le informazioni contenute negli aggiornamenti di stato di profilo. Non condivido. Copia e incolla per stare sul sicuro.

 

Categories : Bufale e Hoax Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Diventa Reato battezzare i bambini in Europa

Inserito da 19 Marzo, 2016 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax

Si tratta di una bufala

 

E’ tornata in auge la vecchia bufala diffusa tempo fa da un sito web “satirico” Il Corriere del Mattino.
che ha per titolo  “Reato battezzare i bambini in Europa” dalla versione originale alcuni buontemponi hanno modificato versioni evarianti diffondendo questa bufala in diversi siti e blog, il contenuto della bufala per grandi linee è qualcosa del genere :

 La Corte Europea ha condannato l’Italia per aver violato i Diritti umani di una donna atea e agnostica e del suo figlio, neonato all’epoca dei fatti, la quale si era ribellata al battesimo del bambino e che il padre senza il consenso della moglie ha battezzato con il rito cattolico come da tradizione.

battesimo

 il testo completo ED INTEGRALE dell’articolo bufala è il seguente:

La Corte Europea ha condannato l’Italia per aver violato i Diritti umani di una donna atea e agnostica e del suo figlio, neonato all’epoca dei fatti, la quale si era ribellata al battesimo del bambino e che il padre senza il consenso della moglie ha battezzato con il rito cattolico come da tradizione.

Il caso è sorto con il ricorso della moglie che era stata condannata da un Tribunale italiano per minacce e abbandono del tetto coniugale, in quanto era contraria al battesimo del figlio fortemente voluto dal marito e dai nonni paterni e che chiedeva che il battesimo fosse giuridicamente annullato.

I giudici di Strasburgo spiegano nella sentenza, che non entra nell’ambito teologico-dogmatico:

L’Italia, permettendo il battesimo ai neonati viola la carta articolo 9 della Convenzione Europea in combinato disposto con l’articolo 14, in quanto i neonati non sono ancora in grado di intendere e di volere o emettere un atto personale e cosciente e, nella fattispecie sono obbligati e far parte di un associazione religiosa per tutta la vita. L’imposizione del rito chiamato sacramento tradisce il carattere di una dottrina che considera le persone come oggetti, il cui destino è deciso a loro insaputa da una organizzazione religiosa. Infatti, il battesimo impone al battezzato un sigillo indelebile, facendolo diventare a tutti gli effetti un iscritto e membro a sua insaputa e volontà e assoggettandolo alla suoi regolamenti e alla sua autorità. Come si evince nel canone 96 del Codice Cattolico di diritto canonico: «mediante il battesimo l’uomo è incorporato alla Chiesa di Cristo e in essa è costituito persona, con i doveri e i diritti che ai cristiani, tenuta presente la loro condizione, sono propri». Questa pratica lede il superiore interesse del bambino: sancito dall’art. 3, dalla Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia ratificata dall’Italia il 27 maggio 1991 con la legge n. 176. che prevede che in ogni decisione, azione legislativa, provvedimento giuridico, iniziativa pubblica o privata deve salvaguardare l’interesse superiore del bambino.”

Il Governo Italiano, entro 6 mesi (pena le sanzioni previste per le procedure di infrazione) dovrebbe adottare le relative riforme di Legge per rimediare alla violazione.

 ”Sono ovviamente entusiasta, è un’altro passo avanti verso il progresso e servirà soprattutto ai nostri figli” – ha commentato l’avvocato della donna, Dott. Gianni Battisti.    Mi auguro che l’odierna sentenza della Corte Europea dei Diritti Umani ci aiuti ad far approvare quanto prima una proposta di legge che presenteremo in parlamento con le 850000 firme già raccolte, che introduce il reato di violenza religiosa sui minori.”

Filippo Salomea – Corrispondente da Bruxelles

——–

Questa Bufala è stata ripresa anche da giornali on line e da blog e pubblicato nei vari social media in modo “indiscriminato”

Vi rendete conto che l’avvocato di chiama “Gianni Battisti ”  cioè “Giovanni Battista ” lascio a voi le considerazioni del caso…. guardacaso si chiama proprio così 😉

Categories : Bufale e Hoax Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Vulnerabilita’ multiple in Mozilla Firefox

Inserito da 11 Marzo, 2016 (0) Commenti

Si tratta di :ICT and Computer Security,Sicurezza

:: Descrizione del problema

Sono state riscontrate varie vulnerabilità in Mozilla Firefox per
mezzo delle quali un utente remoto puo’: causare l’esecuzione di codice
arbitrario, causare condizioni di denial of service, modificare file
nel sistema vittima, scavalcare le restrizioni same-origin, mascherare
le URL nella barra degli indirizzi.

mozilla_firefox_logo

Per una descrizione completa delle vulnerabilita’ consultare le
segnalazioni ufficiali.

:: Piattaforme e Software interessati

Mozilla Firefox e Firefox ESR versioni precedenti la 45 e 38.6.1
su Linux, Unix e Windows

:: Impatto

Accesso alle informazioni utente
Accesso alle informazioni di sistema
Esecuzione remota di codice arbitrario
Denial of service

:: Soluzione

Aggiornare Mozilla Firefox alle versioni:
Firefox 45
Firefox ESR 38.6.1

:: Riferimenti

Mozilla Foundation Security Advisories
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-16/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-17/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-18/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-19/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-20/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-21/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-22/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-23/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-24/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-25/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-26/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-27/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-28/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-29/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-30/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-31/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-32/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-33/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-34/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-35/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-36/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-37/
https://www.mozilla.org/en-US/security/advisories/mfsa2016-38/

Security Tracker
http://securitytracker.com/id/1035215

Redhat
http://rhn.redhat.com/errata/RHSA-2016-0371.html

Oracle
http://linux.oracle.com/errata/ELSA-2016-0371.html

Ubuntu
http://www.ubuntu.com/usn/usn-2917-1

I riferimenti CVE sono disponibili
nelle segnalazioni originali.

Fonte Garr

Categories : ICT and Computer Security,Sicurezza Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Festa della Donna tutte le bufale sulle origini dell’8 marzo

Inserito da 8 Marzo, 2016 (0) Commenti

Si tratta di :avvenimenti,Bufale e Hoax

Ecco le bufale circolate sull’8 marzo, Festa della Donna 2016

si riporta un articolo pubblicato su Giornalettismo che vale la pena leggere…

Festa della donna anche quest’anno si festeggia la  Giornata Internazionale delle donne (detta Festa della Donna ), ma sappiamo davvero di cosa si tratta? Nemmeno l’8 marzo, la Festa della Donna, infatti ha trovato scampo dalle bufale. E in un tempo remoto, quando in pochi utilizzavano il telefono e Internet non esisteva affatto, la Festa della Donna  aveva una storia del tutto diversa rispetto a quella che oggi siamo abituati a conoscere. Nei decenni scorsi sono infatti circolate versioni inesatte sulle origini della giornata internazionale che ricorda le conquiste sociali del mondo femminile, celebrata per la prima volta in America nel 1909 e in Italia nel 1922. Insomma, prima di celebrare la festa della donna, vediamo di conoscere le origini di una giornata nata per denunciare, più che per festeggiare.

mimosa_fai_da_te_festa_della_donna

FESTA DELLA DONNA  E 8 MARZO, LE BUFALE

La confusione è nata da fantasioni versioni sulla ricorrenza sorte nel dopoguerra. Secondo queste versioni la Festa della Donna sarebbe stata introdotta per ricordare la morte di alcune centinaia di operaie nel rogo di una fabbrica di camicie, in realtà inesistente, avvenuto nel 1908 a New York. Probabilmente questa versione  fa confusione con una simile tragedia avvenuta nel 1911 sempre a New York, l’incendio alla fabbrica Triangle, che causò la morte di 146 lavoratori, nella stragrande maggioranza donne, molte delle quali giovani immigrate. Ma un’altra fantasiosa versione sulla Festa della Donna è anche quella che riguarda una repressione violenta della polizia delle proteste nel corso di una presunta manifestazione di operaie tessili avvenuta, ancora a New York, nel 1857. Altra confusione, infine, è stata fatta dal racconto di scioperi o incidenti che sarebbero avvenuti in diverse città degli Stati Uniti, a New York come a Chicago o Boston.

FESTA DELLA DONNA 8 MARZO, LA STORIA

La prima giornata internazionale della donna, denominata ‘Woman’s Day’ ebbe luogo a New York il 3 maggio del 1908. Era in realtà una conferenza organizzata dalla socialista Corinne Brown, nella quale si discusse di sfruttamento del lavoro e discriminazioni sessuali nei confronti delle donne. La prima vera e propria Festa della Donna fu celebrata il 23 febbraio dell’anno seguente. Dopo la conferenza di Copenhagen del 1910, poi, molti paesi aderirono alla giornata del diritto femminile. Lo fecero anche la Germania, l’Austria, la Svizzera e la Danimarca che istituirono i festeggiamenti per la prima volta il 19 marzo 1911. In Francia la Festa della Donna si tenne invece il 18 marzo 1911. In Italia la Giornata internazionale della donna è arrivata solo nel 1922, per iniziativa del Partito Comunista. Fu celebrata inizialmente il 12 marzo, la prima domenica successiva all’8 marzo (l’8 marzo 1917 a San Pietroburgo le donne della capitale russa guidarono una grande manifestazione che rivendicava la fine della guerra).Il 14 giugno del 1921 fu la seconda Conferenza internazionale delle donne comuniste, a Mosca, a stabilire l’8 marzo come ‘Giornata internazionale dell’operaia’.

FESTA DELLA DONNA IL MOTIVO DELLE BUFALE

In occasione della Festa della donna  vogliamo scoprire perché tante bufale sono state “confezionate” sulla giornata internazionale della donna. Gli storici sono infatti divisi sul tema: tuttavia si pensa che la “colpa” sia della seconda guerra mondiale, avvenuta dopo l’introduzione della giornata internazionale della donna, che per certi versi ne ha “cancellato” l’esordio. Così si è fornita una ricostruzione storico-simobolica molto forte, che come tutte le leggende metropolitane è arrivata fino a oggi, alla festa della donna, come storia “assodata” anche se falsa. Solo il lavoro storiografico delle stesse femministe ha permesso di determinare la verità. Insomma, buona festa della donna , ora che ne conoscete le origini.

Fonte: Giornalettismo

Categories : avvenimenti,Bufale e Hoax Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Heartbleed + OpenSSL = Cambiare tutte le password ai siti vulnerabili.

Inserito da 24 Aprile, 2014 (0) Commenti

Si tratta di :Exploits,Sicurezza

heartbleed-285x343Alcuni ricercatori hanno scoperto in versioni recenti di  OpenSSL delle vulnerabilità critiche. OpenSSL è una tecnologia che è usata da milioni di sitiweb per criptare le comunicazioni con gli utenti internet. Tale tecnologia sta alla base per garantire la riservatezza dei nostri dati e di ciò che inviamo attraverso diversi siti internet e persino app.

Il problema diventa serio e non è stato risolto del tutto…

soluzione temporanea ma rapida  :
Heartbleed + OpenSSL = Cambiare tutte le password ai siti vulnerabili.

Sono passati circa 10 giorni dal primo allarme e il problema non sembra esser risolto, è un vero problema, infatti sono stati diffusi semplici exploits che consentono a chiunque di  poter rubare username e password dai siti vulnerabili. E’ posssibile rubare anche le chiavi usate dai siti per criptare  e decriptare dati sensibili.

Il bug Heartbleed consente a chiunque su Internet per leggere la memoria dei sistemi protetti dalle versioni vulnerabili del software OpenSSL.Questo compromette le chiavi segrete utilizzate per identificare i fornitori di servizi e per crittografare il traffico, i nomi e le password degli utenti e il contenuto effettivo. Ciò consente agli aggressori di intercettare le comunicazioni, e rubare i dati direttamente dai servizi attivi con gli utenti e di impersonare servizi e utenti.

Un advisory emesso da CERT della Carnegie Mellon University rileva che la vulnerabilità è presente in  siti con versioni di OpenSSL dalla 1.0.1 fino a lla 1.0.1f. Secondo Netcraft, società che controlla la tecnologia utilizzata da vari siti web, più di mezzo milione di siti sono attualmente vulnerabili. Persiono Yahoo.com, e ironia della sorte il sito di openssl.org. Ma l’elenco dei siti web vulnerabili è molto vasto sono infetti  i primi 1.000 siti più popolari in base alla società di web ranking Alexa.

Siete curiosi volete sapere se un sito è vulnerabile ?

inserite l’indirizzo dels sito web qui https://filippo.io/Heartbleed/

Categories : Exploits,Sicurezza Tags : , , , , , , ,

Vulnerabilita’ 0-day in Microsoft XML Core Services

Inserito da 19 Giugno, 2012 (0) Commenti

Si tratta di :Exploits,Sicurezza

:: Descrizione:
E’ stata riportata una vulnerabilita’ in Microsoft XML Core Services, che potrebbe essere sfruttata da malintenzionati per compromettere un sistema che ne sia affetto.
La vulnerabilita’ e’ causata da un errore durante il tentativo di accesso ad un oggetto in memoria che non e’ stato inizializzato.

Lo sfruttamento permette l’esecuzione di codice arbitrario, ad esempio, inducendo l’utente a visualizzare pagine web malevole in Internet Explorer.

La vulnerabilita’ e’ riportata come 0-day e risulta essere attivamente sfruttata.

:: Software interessato:

Microsoft Office 2003 Professional Edition
Microsoft Office 2003 Small Business Edition
Microsoft Office 2003 Standard Edition
Microsoft Office 2003 Student and Teacher Edition
Microsoft Office 2007
Microsoft XML Core Services (MSXML) versioni dalla 3.x alla 6.X

:: Impatto:

Accesso remoto al sistema
Esecuzione di codice arbitrario

:: Soluzioni:

Applicare il Fix it rilasciato da Microsoft:
http://support.microsoft.com/kb/2719615

:: Riferimenti:

Microsoft:
http://technet.microsoft.com/en-us/security/advisory/2719615

Secunia:
http://secunia.com/advisories/49456/

Mitre CVE ID:
http://cve.mitre.org/cgi-bin/cvename.cgi?name=CVE-2012-1889

Categories : Exploits,Sicurezza Tags : , , , , , , , , , , ,

Vulnerabili tutte le versioni attualmente supportate di Microsoft Windows

Inserito da 9 Giugno, 2012 (0) Commenti

Si tratta di :Sicurezza

Per la serie le magie di windows… è possibile  emettere certificati Microsoft “autentici” per firmare codice  illegittimo.. senza patch siete fregati !

 http://technet.microsoft.com/en-us/security/advisory/2718704

Microsoft ha rilasciato l’avviso di sicurezza “Microsoft
Security Advisory (2718704)” in cui informa che i certificati
rilasciati tramite il servizio Microsoft Terminal Services
licensing certificate authority (CA) possono essere usati
abusivamente per firmare codice illegittimo.

La vulnerabilita’ e’ stata scoperta all’interno del malware
Flame in cui alcune parti di codice sono state firmate con un
certificato apparentemente legittimo rilasciato da una CA
Microsoft autentica e attendibile.

Grazie a questa vulnerabilita’ un attaccante puo’ ottenere un certificato valido per firmare software illegittimo e farlo apparire come rilasciato da Microsoft.

Per risolvere il problema Microsoft ha rilasciato un aggiornamento che rimuove la fiducia ai certificati root delle seguenti CA:

Certificate: Microsoft Enforced Licensing Intermediate PCA
Issued by: Microsoft Root Authority
Thumbprint: 2a 83 e9 02 05 91 a5 5f c6 dd ad 3f b1 02 79 4c 52 b2 4e 70

Certificate: Microsoft Enforced Licensing Intermediate PCA
Issued by: Microsoft Root Authority
Thumbprint: 3a 85 00 44 d8 a1 95 cd 40 1a 68 0c 01 2c b0 a3 b5 f8 dc 08

Certificate: Microsoft Enforced Licensing Registration Authority CA (SHA1)
Issued by: Microsoft Root Certificate Authority
Thumbprint: fa 66 60 a9 4a b4 5f 6a 88 c0 d7 87 4d 89 a8 63 d7 4d ee 97

Per una descrizione completa delle vulnerabilita’ si rimanda
alla sezione “Riferimenti”.

:: Software interessato

Tutte le versioni attualmente supportate di Microsoft Windows:

Windows XP and Server 2003
Windows Vista and Server 2008
Windows 7 and Server 2008 R2
Windows 8 Consumer Preview
Windows Mobile and Phone

:: Impatto

Emissione di certificati Microsoft autentici per firmare codice
illegittimo.
Rilascio di software malevolo apparentemente firmato da una
catena di certificazione Microsoft valida e attendibile

:: Soluzioni

Revocare i certificati compromessi attuando gli aggiornamenti
proposti nell’avviso Microsoft.

Gli aggiornamenti sono anche disponibili anche tramite l’aggiornamento automatico dei sistemi Windows e Windows Server Update Services (WSUS).

E’ inoltre possibile aggiungere manualmente i certificati compromessi allo store degli “Untrusted Certificate” usando la MMC (snap-in dei certificati) e l’utilita’ a riga di comando Certutil presente nei sistemi  operativi Windows.

:: Riferimenti

Microsoft Security Advisory (2718704)
http://technet.microsoft.com/en-us/security/advisory/2718704

Unauthorized digital certificates could allow spoofing
http://support.microsoft.com/kb/2718704

MSRC Blog
http://blogs.technet.com/b/msrc/archive/2012/06/04/security-advisory-2718704-update-to-phased-mitigation-strategy.aspx

US-CERT Alert (TA12-156A)
http://www.us-cert.gov/cas/techalerts/TA12-156A.html

How to: View Certificates with the MMC Snap-in
http://msdn.microsoft.com/en-us/library/ms788967.aspx

Categories : Sicurezza Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Mozilla Firefox vulnerabilita’ e’ confermata sulla versione 3.6.8 per Windows

Inserito da 26 Agosto, 2010 (0) Commenti

Si tratta di :Exploits,Sicurezza

E’ stata identificata una vulnerabilita’ in Mozilla Firefox che potrebbe essere sfruttata per compromettere un sistema vulnerabile.
Panda Roux
Tale vulnerabilita’ e’ causata dall’applicazione mentre carica librerie (ad esempio dwmapi.dll) in modo non sicuro, e potrebbe essere sfruttata per caricare librerie arbitrarie inducendo l’utente, per esempio, ad aprire file HTML situati su WebDAV o SMB share remoti.

La vulnerabilita’ e’ confermata sulla versione 3.6.8 per Windows.
Anche altre versioni potrebbero essere affette.

:: Piattaforme e Software interessati

Mozilla Firefox 3.6.x

:: Impatto

Esecuzione remota di codice arbitrario
Compromissione del sistema

:: Soluzione

Al momento non e’ ancora disponibile una patch,
pertanto si raccomanda di non aprire file non fidati.

:: Riferimenti

Exploit-db:
http://www.exploit-db.com/exploits/14730/

Secunia:
http://secunia.com/advisories/41095/

Categories : Exploits,Sicurezza Tags : , , , , ,

Microsoft Internet Explorer non è un browser sicuro

Inserito da 17 Gennaio, 2010 (0) Commenti

Si tratta di :News,Sicurezza

Il governo tedesco invita gli utenti ad utilizzare altri browser, sostenedo che Microsoft Internet Explorer non è un browser sicuro..
Un altro duro colpo per la microsoft che nei giorni scorsi  è stata sbeffeggiata da una falla che era presente nei browser di Microsoft in 6, IE 7, IE8 su Windows 7, Vista, Windows XP, Server 2003, Server 2008 R2, ma anche in IE 6 Service Pack 1 su Windows 2000 Service Pack 4, tale falla era stata sfruttata da cyber criminali come vettore  per condurre attacchi mirati contro il colosso Google, tale affermazione è stata confermata dalla Mcafee…
La casa dell’antivirus da tempo cerca di approntare soluzioni per mettere al riparo una serie di utenti, si segnala che in questi giorni se si diventa fans su facebook si ha diritto ad ottenere una licenza d’uso per 6 mesi del loro antivirus. Ritornando alle falle di internet explorer e al consiglio che il governo tedesco da di non utilizzare tale browser posso soltanto dire che da anni esistono browser alternativi e sopratutto basati su un codice aperto e collaborativo come l’arcinoto browser firefox di gran lunga superiore in performance e disponibile in una varià di piattaforme e sistemi operativi.
Pronta la risposta di Microsoft,  che intervistata dalla Bbc,  ha ammesso che in effetti esiste questa grave falla che ha reso vulnerabile il suo browser. Questa vicenda è a dir poco scandalosa, escono periodicamente patch e sempre si deve cotrrere ai ripari, questa grave falla è stata la goccia che ha fatto taboccare il vaso, una grave mancanza che si può considerare  il punto debole dei recenti attacchi a Google. La Microsoft si è affrettato a chiarire che per evitare bachi “bug” e avere una sicurezza nella navigazione on-line, è necessatio impostare le opzioni di protezione del browser su “alto”, nonostante le limitazioni nei siti accessibili. Ma gli esperti delle autorità tedesche hanno detto in modo perentorio che è un accorgimento che non serve per blindare la sicurezza nella navigazione.Secondo McAfee, che sta indagando gli attacchi a Google e a 34 aziende Usa, ha scoperto che uno dei vettori della cyber-intrusione è stato proprio il browser di Microsoft. Graham Cluley, dell’antivirus Sophos, ha spiegato che le versioni più vulnerabili del browser Microsoft sono 6, 7 e 8. Dalla Microsoft, intanto, hanno fatto sapere che si sta lavorando a un “update” che risolverà il problema. Il sottoscrittto Silvio Passalacqua di www.hoax.it non si ritiene per niente meravigliato di questa scoperta,  poichè nonostante escano versioni sempre più aggiornate una gran parte degli utenti resta fossilizzata su vecchie versioni di intent explore, senza consuiderare la dabennaggine di gente che produce software a livello ministeriale,  che programmando in maniera “becera” obbliga l’utente finale ad il browser internet explorer. Si ricordi che in passato la microsoft è stata condannata per aver “implementato” come parte essenziale del sistema operativo sui sistemi windows….
Che dire quando tramite windows update hanno deciso di rilasciare le versioni successive del browser come “aggiornamento critico” ? un conto è cambiare versione di software cioè upgradare un conto è rilasciare patch per quel software… ma la discussione sarebbe troppo lunga…
Secondo Spiegel online, l’autorevole settimanale di Amburgo, il Bundesamt fuer Sicherheit in der Informationstechnik, BSI,  (Autorità federale per la sicurezza nella tecnologia dell’informazione) ha detto a chiaramente che usare il browser più diffuso Microsofr Internet Explorer  è sconsigliabile, ed è preferibile usare browser alternativi, finché il problema non verrà risolto con la solita patch!
Che dire dato che la sicurezza nel pc non è un optional usate browser alternativi :
Una lista
http://www.mozilla-europe.org/it/firefox/security/
http://www.google.com/chrome/?hl=it
http://www.opera.com/download/
http://www.apple.com/it/safari/download/

Categories : News,Sicurezza Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,