ATTENZIONE..a voi che lasciate le bottiglie in macchina

Inserito da 17 Settembre, 2008 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax

Mi è stata inviata questa email e ritenevo giusto vedere di che si tratta.
nel testo si dice che l’acqua di plastica che si lascia in macchina al sole è cancerogena…

si tratta di una bufala perchè non ci sono studi concreti per quanto ne sappia che possono dimostrare scientificamente che il tipo di plastica utilizzata nelle bottiglie rilasci sostanze cangerogene, il fatto che venga tirata in ballo una persona famosa non da valore scientifico, perchè pur essendo taccata da Vicino la persona in questione non ha le competenze mediche adatte, ad ogni modo sono scene di ogni giorno chiunque vede cataste e cataste di acqua buttate al sole come niente fosse, secondo voi qualcuno non avrebbe FATTO QUALCOSA contro questi individui che buttano l’acqua al sole ? ripeto è una bufala !!! le cause sono ben altre…

riporto il testo pee chi fosse interessato..

SherylCrow-CropIMG_5410

Acqua in bottiglia di plastica che si lascia in macchina:
Se sei una di quelle persone che lascia la sua bottiglia di plastica in macchina,
Durante I giorni caldi e bevi l’acqua dopo, quando torni in macchina,
Corri il rischio di ammalarti di cancro al seno! … Sheryl Crow ha detto,
Nel corso del programma di Ellen, che in questa maniera aveva contratto il cancro al seno.
I medici hanno spiegato che il caldo fa sì che la plastica emetta tossine tossiche
Che portano a contrarre il cancro al seno. Le tossine tossiche della plastica sono le stesse
Trovate nei tessuti dei seni con cancro.
Di conseguenza, per favore, NON bere da quella bottiglia che hai lasciato in macchina e diffondi questa informazione a tutte le donne della/nella tua vita (che conosci)
Queste genere d’informazioni sono quelle che dobbiamo sapere affinchè tutte le donne siano a conoscenza e possono forse alvarsi da questa orribile malattia ….
…PER FAVORE NON TENERE SOLO PER TE QUESTA INFORMAZIONE …

Categories : Bufale e Hoax Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Chain Letters

Inserito da 16 Novembre, 2007 (0) Commenti

Si tratta di :

Le chain letters danneggiano commercialmente imprese inviando risultati scientifici sulla dannosita’ di prodotti pubblicizzati e di uso comune.

Da :
“Ambrogio”

A :

Oggetto :
Ci Vogliono Avvelenare !

Data :
Mon, 14 Jan 2002 21:21:36 +0100

> > > Insomma, tanto per cambiare, ecco l’ennesima prova di
> > > quanto venga fatto a danno dei consumatori ed a profitto delle
> > > aziende…
> > > Ricevo ed inoltro volentieri questa e.mail
> > >
> > >
> > >
> > >
> > >
> > > * Controlla gli ingredienti sulle bottiglie di shampoo
> > > * e controlla se contengono una sostanza chiamata
> > > * SODIUM LAURETH (o lauryl) SULFATE, o
> > > * semplicemente SLS.
> > > * Questa sostanza si trova nella maggior parte
> > > * degli shampoo, e i produttori la usano perche’ fa
> > > * molta schiuma ed e’ economica.
> > > * Ma il fatto è che l’SLS si usa per strofinare i
> > > * pavimenti dei garage ed è molto forte.
> > > * E’ anche provato che può provocare il cancro a
> > > * lungo andare, e questo non è uno scherzo. Livello di
> > > * cancerosità pari a quello del benzene.
> > > * Il VO5, Palmolive, Paul Mitchel, il nuovo shampoo
> > > * della Hemp contengono questa sostanza. Allora ho
> > > * chiamato una ditta e gli ho detto che il loro
> > > * prodotto contiene una sostanza che fara’ venire il
> > > * cancro.
> > > * Hanno risposto:”Si , lo sappiamo, ma non possiamo
> > > * farci niente perché abbiamo bisogno di quella
> > > * sostanza per produrre la schiuma.”
> > > * Anche il dentifricio Colgate contiene quella
> > > * sostanza per produrre le bolle.
> > > * Dicono che mi manderanno delle informazioni. La
> > > * ricerca ha dimostrato che negli anni ’80 le
> > > * probabilità di prendere il cancro erano 1 su 800 e
> > > * ora,
> > > * nel 2000, sono 1 su 3, e ciò è molto
> > > * preoccupante.
> > > * Così spero che prendiate questa lettera sul serio e
> > > * la passiate a tutti quelli che conoscete, nella
> > > * speranza di impedire di provocarci il cancro..
> > > * La cosa è seria, dopo che avete letto questa lettera
> > > * cercate di informare tutti quelli che potete.
> > >
> > > * Contengono quella sostanza:
> > > * Shampoo dell’Antica Erboristeria
> > > * Bagnoschiuma Bionsen
> > > * Bagnoschiuma Nivea
> > > * Collutorio L’Angelica
> > > * Shampoo Clear
> > > * Shampoo Garnier
> > > * Shampoo L’Oreal
> > > * Dentifricio Macleens Extrafresh
> > > * Dentifricio Oral-B Sensitive Fluoride
> > > * Dentifricio AZ verde protezione carie
> > > * Shampoo OSMOSE e BIOPOINT
> > > * Non so quelli dell’Erbolario, con l’occasione ho
> > > * scoperto che non hanno gli ingredienti sulla
> > > * confezione.
> > > * SE HAI ANCORA DUBBI LEGGI “SALUTE” IL SETTIMANALE
> > > * DI REPUBBLICA SULLA SALUTE DEL 9 NOVEMBRE 2000.
> > > * ALLA PAG 40 – 41 (riquadro verde in alto al centro)
> > > * TROVERAI UN ARTICOLO CHE PARLA PROPRIO DI QUESTA
> > > * SOSTANZA.
> > > * CONCLUSIONE : NESSUNO NEGA LA PRESENZA DI
> > > * TALE SOSTANZA, MA LA GIUSTIFICANO; ANZI, PER
> > > * MOTIVI PURAMENTE ECONOMICI, DICONO CHE LE
> > > * BASSE DOSI SAREBBERO ININFLUENTI, MA UNA BASSA
> > > * DOSE CON LA DOCCIA,UNA PER LAVARE I DENTI , UNA PER
> > > * LAVARE I CAPELLI ….. A LUNGO ANDARE QUANTO FA? E
> > > * SE COLORO CHE GIUSTIFICANO L’UTILIZZO DI TALE
> > > * SOSTANZA INVECE DI PENSARE ALLA SALUTE DEI
> > > * CONSUMATORI PENSASSERO SOLO A NON FARE ANDARE IN
> > > * ROVINA LE MULTINAZIONALI?
> > > * Ti consiglio di cliccare su inoltra e inviare questa
> > > * mail a tutti quelli che conosci.
> > > * Grazie,
> > > * Ciao

Categories : Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Chain Letters

Inserito da 31 Ottobre, 2007 (0) Commenti

Si tratta di :News

chain letters che danneggiano
commercialmente imprese inviando
risultati scientifici sulla
dannosita’ di prodotti
pubblicizzati e di uso comune.

Da :

“Ambrogio”

A :

Oggetto :

Ci Vogliono Avvelenare !

Data :

Mon, 14 Jan 2002
21:21:36 +0100

> > > Insomma, tanto per cambiare, ecco l’ennesima prova di
> > > quanto venga fatto a danno dei consumatori ed a profitto delle
> > > aziende…
> > > Ricevo ed inoltro volentieri questa e.mail
> > >
> > >
> > >
> > >
> > >
> > > * Controlla gli ingredienti sulle bottiglie di shampoo
> > > * e controlla se contengono una sostanza chiamata
> > > * SODIUM LAURETH (o lauryl) SULFATE, o
> > > * semplicemente SLS.
> > > * Questa sostanza si trova nella maggior parte
> > > * degli shampoo, e i produttori la usano perche’ fa
> > > * molta schiuma ed e’ economica.
> > > * Ma il fatto è che l’SLS si usa per strofinare i
> > > * pavimenti dei garage ed è molto forte.
> > > * E’ anche provato che può provocare il cancro a
> > > * lungo andare, e questo non è uno scherzo. Livello di
> > > * cancerosità pari a quello del benzene.
> > > * Il VO5, Palmolive, Paul Mitchel, il nuovo shampoo
> > > * della Hemp contengono questa sostanza. Allora ho
> > > * chiamato una ditta e gli ho detto che il loro
> > > * prodotto contiene una sostanza che fara’ venire il
> > > * cancro.
> > > * Hanno risposto:”Si , lo sappiamo, ma non possiamo
> > > * farci niente perché abbiamo bisogno di quella
> > > * sostanza per produrre la schiuma.”
> > > * Anche il dentifricio Colgate contiene quella
> > > * sostanza per produrre le bolle.
> > > * Dicono che mi manderanno delle informazioni. La
> > > * ricerca ha dimostrato che negli anni ’80 le
> > > * probabilità di prendere il cancro erano 1 su 800 e
> > > * ora,
> > > * nel 2000, sono 1 su 3, e ciò è molto
> > > * preoccupante.
> > > * Così spero che prendiate questa lettera sul serio e
> > > * la passiate a tutti quelli che conoscete, nella
> > > * speranza di impedire di provocarci il cancro..
> > > * La cosa è seria, dopo che avete letto questa lettera
> > > * cercate di informare tutti quelli che potete.
> > >
> > > * Contengono quella sostanza:
> > > * Shampoo dell’Antica Erboristeria
> > > * Bagnoschiuma Bionsen
> > > * Bagnoschiuma Nivea
> > > * Collutorio L’Angelica
> > > * Shampoo Clear
> > > * Shampoo Garnier
> > > * Shampoo L’Oreal
> > > * Dentifricio Macleens Extrafresh
> > > * Dentifricio Oral-B Sensitive Fluoride
> > > * Dentifricio AZ verde protezione carie
> > > * Shampoo OSMOSE e BIOPOINT
> > > * Non so quelli dell’Erbolario, con l’occasione ho
> > > * scoperto che non hanno gli ingredienti sulla
> > > * confezione.
> > > * SE HAI ANCORA DUBBI LEGGI “SALUTE” IL SETTIMANALE
> > > * DI REPUBBLICA SULLA SALUTE DEL 9 NOVEMBRE 2000.
> > > * ALLA PAG 40 – 41 (riquadro verde in alto al centro)
> > > * TROVERAI UN ARTICOLO CHE PARLA PROPRIO DI QUESTA
> > > * SOSTANZA.
> > > * CONCLUSIONE : NESSUNO NEGA LA PRESENZA DI
> > > * TALE SOSTANZA, MA LA GIUSTIFICANO; ANZI, PER
> > > * MOTIVI PURAMENTE ECONOMICI, DICONO CHE LE
> > > * BASSE DOSI SAREBBERO ININFLUENTI, MA UNA BASSA
> > > * DOSE CON LA DOCCIA,UNA PER LAVARE I DENTI , UNA PER
> > > * LAVARE I CAPELLI ….. A LUNGO ANDARE QUANTO FA? E
> > > * SE COLORO CHE GIUSTIFICANO L’UTILIZZO DI TALE
> > > * SOSTANZA INVECE DI PENSARE ALLA SALUTE DEI
> > > * CONSUMATORI PENSASSERO SOLO A NON FARE ANDARE IN
> > > * ROVINA LE MULTINAZIONALI?
> > > * Ti consiglio di cliccare su inoltra e inviare questa
> > > * mail a tutti quelli che conosci.
> > > * Grazie,
> > > * Ciao

Categories : News Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Gatti messi in bottiglie, Gatti Bonsai, Bonsaikitten

Inserito da 7 Luglio, 2001 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax

6 luglio 2001 – Gatti messi in bottiglie, come oggetti da collezione, a cui far assumere posizioni e dimensioni innaturali. Tutte le istruzioni di questa follia, partita dagli Stati Uniti nel dicembre scorso, ha trovato un emulo italiano che dal sito dal nome evocativo di www.gattibonsai.it ha proposto per qualche settimana con immagini raccapriccianti metodi e strumenti di ogni genere per la tortura dei gatti mantenendoli in vita.

Ora però grazie alle segnalazioni arrivate ad animalieanimali.it abbiamo denunciato il fatto agli uomini della Squadra Informatica della Polizia di Stato e, su richiesta del Sostituto Procuratore di Roma Adelchi D’Ippolito, è stata emessa l’ordinanza di oscuramento per istigazione a delinquere e possibile maltrattamento di animali.

“Sono molto felice che grazie a “www.animalieanimali.it” sia stato raggiunto un primo risultato importante. Non sappiamo se questo novello marchese De Sade degli animali abbia effettivamente provato ad imbottigliare i gatti, certo è che qualcuno di poca coscienza disponibile a riprendere questi esperimenti si potrebbe sempre trovare – ha dichiarato Licia Colò – già esistono purtroppo tante violenze quotidiane a cui sono sottoposti gli animali, aggiungerne un’altra amplificata peraltro da Internet sarebbe stato davvero troppo. La cosa che mi fa più piacere è che questa segnalazione sia giunta da una nostra lettrice che, avendo avuto fiducia nel nostro portale, non è rimasta insensibile e ci ha chiesto di intervenire. Questa azione, e il successivo risultato, – ha proseguito la nota conduttrice televisiva – è il frutto del desiderio di tante persone di dire basta alla violenza nei confronti degli animali. Ed è stato possibile soprattutto grazie alla tempestiva collaborazione della polizia di Internet e della Magistratura, nelle veci del sostituto procuratore D’Ippolito, che hanno accolto la nostra denuncia preoccupandosi di mettere fine a questo malsano utilizzo di Internet atto a promuovere della violenza sugli animali. La Magistratura e la polizia di internet ci hanno inoltre garantito una successiva collaborazione per combattere e far rispettare le leggi sulla salvaguardia del mondo animale che oggi hanno trovato nuovi e determinati amici… che sono per noi un nuovo stimolo per andare avanti”.
“Ringraziamo per la disponibilità e la tempestività Magistratura e Polizia – ha detto Gianluca Felicetti, responsabile leggi di www.animalieanimali.itè particolarmente importante che il responsabile, il quale operava dalla Lombardia, comunque un folle da fermare, sia stato messo nella condizione di non far male a nessun animale, nemmeno per uno scherzo di pessimo gusto”.

La storia era iniziata nei mesi scorsi negli Stati Uniti. Una vicenda assurda ed inquietante che potrebbe però diventare vera grazie ai possibili emuli dei loro folli esperimenti. A seguito di indagini, si è scoperto che il violentatore di gatti, noto come l’inesistente Mister Michael Wong è in realtà un anonimo studente americano fornito di una buona apparecchiatura digitale. L’uomo è riuscito a diffondere le sue idee dal mese di dicembre 2000 quando è cresciuto negli USA l’allarme per la creazione di “felini bonsai”, gatti messi in bottiglie di vetro. Sul sito Internet www.bonsaikitten.com si trovano minuziose descrizioni su questa pratica barbara. Un sito scomparso più volte da vari server ma purtroppo ora ancora visibile.

Alle proteste ed alle denunce giunte da ogni parte del mondo, compresa l’Italia, dove in particolare il quotidiano “Il Messagero” diede spazio alla notizia nelle edizioni del 15 e 18 gennaio scorsi, (gli articoli del giornalista Josto Maffeo si trovano partendo da un sito americano che ha ripreso l’intera vicenda) http://urbanlegends.miningco.com/science/urbanlegends/gi/dynamic/offsite.htm?site=http://www.cruel.com/sub/bonsai.shtml

ha fatto seguito nei mesi successivi la cancellazione di tale sito da parte del Massachusetts Institute for Technologies e di altri tre successivi server, fra i quali WEB2010.com.

Appurato dalle investigazioni effettuate da associazioni americane per la protezione degli animali come la Humane Society of the United States, http://www.hsus.org/programs/companion/bonsai_kitten.html che si è trattato di una messinscena, di cattivo gusto e sostanza, è rimasto il problema di quanti e quali emuli si potrebbe fregiare il Mister Wong citato.

Dagli Stati Uniti all’Italia

E’ così nato in Italia nelle scorse settimane un analogo sito www.bonsaikitten.it poi diventato www.gattibonsai.it che inizialmente si riusciva a visualizzare in maniera irregolare, per la divulgazione di una condotta che incita alla violazione dell’articolo 727 del Codice Penale che, così come modificato dalla legge 22 novembre 1993 n.473 punisce il maltrattamento degli animali : per chi “li sottopone a strazio o sevizie o a comportamenti e fatiche insopportabili per le loro caratteristiche, ovvero li adopera in giuochi, spettacoli o lavori insostenibili per la loro natura, valutata secondo le loro caratteristiche anche etologiche, o li detiene in condizioni incompatibili con la loro natura (…)” e della legge 14 agosto 1991 n.281 che tutela gli animali d’affezione.

Mercoledì 20 giugno Licia Colò ha quindi presentato una denuncia contro ignoti presso la sezione Internet della Squadra Informatica Polizia di Stato a Roma, sezione che è deputata in particolare alla repressione dei crimini via “hi tech”, chiedendo di accertare e perseguire i responsabili e di non permettere che il reato possa essere portato ad ulteriori conseguenze, sperando che di questo squilibrato non rimanga traccia nella rete.

Dopo qualche giorno, la convocazione al Tribunale di Piazzale Clodio a Roma da parte del Sostituto Procuratore Adelchi D’Ippolito che, dimostrando sensibilità e competenza, ha deciso il 6 luglio l’oscuramento del sito gatti bonsai.

Un primo successo di animalieanimali.it, con tutti i suoi naviganti-sentinelle della tutela degli animali!

Una dimostrazione di come, attraverso animalieanimali.it, il grido del singolo si trasformi in una eco che arrivi lontano

Tratto da :
http://www.animalieanimali.it/gattibonsai.htm

Categories : Bufale e Hoax Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,