Una bufala bancaria mezza inglese e mezza italiana – Trisha Odion e Godwin

Inserito da 24 novembre, 2013 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax

Attenzione è una truffa non rispondere mai a mail di questo genere !!

truffa-onlinecaro ,
So che sarà una sorpresa per ricevere la posta dal momento che abbiamo
visto né incontrato before.Well , vorrei iniziare prima presentarmi a nome you.
My è Trisha Odion l’unica figlia a tarda signor Godwin Odion . Mio padre è stato
assassinato per la sua strada per il suo ufficio e poiché l’improvviso
assassinio del mio amato padre, mi è stato lasciando nel terribile paura ,
coppia con la crisi politica qui nel mio paese cote d ‘ ivore.I sono planata a
viaggiare fuori dal paese , è per questo che ho deciso di contattarti per
aiutarmi a contattare la banca per il trasferimento del denaro mio padre depositato la somma di
€ 2.500.000 in una banca qui prima del suo improvviso assassinio . Vi darò maggiori informazioni
appena mi si guarranttee che tu mi trattare onestamente durante l’investimento di questi soldi nel
vostro paese . Caro , come si può vedere questo denaro è la mia speranza di sopravvivenza e di affido
questi soldi  su di voi con la fede e credere che tu mi trattare in buona fede durante il mio soggiorno
nella vostra country. I come voi a me assicuro anche che si si onestamente gestire questi soldi per me
nel business che il denaro sarà investito , non appena mi date questa guranttee io poi ti darà tutti i
dettagli neccessary riguardanti questo denaro che vi permetterà di contattare la banca sul mio behalf.
I deve inviare il documento della questione banca di mio padre quando ha fatto il deposito
in banca e la mia immagine per voi a vedere me e mi piacerebbe anche che tu mi mandi la tua foto
per più fiducia .

Grazie .

Cordiali saluti .
Trisha Odion

Categories : Bufale e Hoax Tags : , , , , , , , , , , , ,

Le Diete da rivista o “bufale” hoax estive…. Canulari

Inserito da 30 luglio, 2013 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax

Dal caffè verde alle bacche di acai, sono molti gli aiutini di moda che, soprattutto d’estate, rischiano di ingannare i patiti della dieta.

A perdere peso in genere è il portafogli e non mancano i rischi per la salute…

obesaRoma, 25 lug. (Adnkronos Salute)- Quest’anno il protagonista è il caffè verde, alimento pubblicizzato come “potente brucia grassi”, soprattutto in Rete. Ma sono molti gli aiutini di moda che, di volta in volta, focalizzano l’attenzione dei patiti della dieta: le bacche di acai, il gambo d’ananas, estratti di frutti esotici o più casalinghe diete monotematiche: da quella del limone a quella del minestrone fino alla banana, o le sempreverdi iperproteiche, Dukan in testa. Sono le “bufale” dimagranti che attraggono molti italiani soprattutto su Internet, e che d’estate vivono il loro periodo d’oro.

Chimere che però non rappresentano la soluzione ideale per ritrovare e mantenere la forma fisica. “A perdere peso in genere è il portafogli e non mancano i rischi per la salute”, avverte il nutrizionista Giorgio Calabrese dell’Università degli Studi di Alessandria.

Per dimagrire realmente, spiega l’esperto all’Adnkronos Salute, “serve perdere grasso, mentre nella maggior parte dei casi con queste sostanze ciò non accade. Chi usa i diuretici perde acqua, chi usa le diete iperproteiche perde massa muscolare e acqua, così come chi punta su un’alimentazione monotematica”. Il segreto per ridurre il grasso, invece, “è mangiare un po’ di tutto, in quantità minori ovviamente. Se noi vogliamo davvero dimagrire dobbiamo raggiungere un giusto rapporto tra zuccheri e grassi introdotti”.

Il concetto è semplice, dice Calabrese. “Noi siamo come macchine. Abbiamo bisogno, ad esempio, di un litro di carburante per fare 20 chilometri. Se il meccanismo, per uno squilibrio tra grassi zuccheri, si altera si crea una disfunzione che si traduce in peso eccessivo. Il nostro obiettivo deve essere quello di riportare tutto al meccanismo giusto”.

Non esistono cibi miracolosi in grado di far scendere l’ago della bilancia, avverte il nutrizionista. “Diete che puntano su un solo alimento, su una sostanza o su una riduzione esagerata di nutrienti sono sbagliate”. Tutti gli “aiutini naturali proposti – continua Calabrese – partono da principi della fitoterapia. La maggior parte sono a base di carciofo, cumino, finocchio, tarassaco ecc. Si tratta di sostanze che possono anche far notare una riduzione di peso della bilancia, perché aiutano a perdere acqua, ma non si è effettivamente dimagriti. E i chili tornano rapidamente”.

Tè verde, spirulina dell’alga, ananas “possono essere anche sostanze benefiche, ma utilizzate come ‘alimento centrale di una dieta’ creano squilibrio, come la ripetizione esagerata di un alimento: limone, banane, minestrone ecc”. Spesso tra l’altro, alcuni integratori a base di sostanze brucia grasso ‘miracolose’, “sono anche cari. E in questo senso la crisi sta avendo un effetto positivo perché le vendite, viste le scarse disponibilità economiche degli italiani, si stanno riducendo. Insomma: il difficile momento economico ci rende più saggi in campo alimentare”, conclude l’esperto.

Fonte Ansa Salute

Categories : Bufale e Hoax Tags : , , , , , , , , ,

Bufala!! Non condividere questa Spazzatura su Facebook !!

Inserito da 14 luglio, 2013 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax

“Questa notizia spazzatura non è degna di alcun commento, veramente una bassezza inaudiata è tutto falso, articolo inserito per come è arrivato!

spazzura su facebookEnnesima bufala messa in atto dai delegittimatori del reato di clandestinità: circola in rete un fotomontaggio, condiviso a raffica da molti un po’ frettolosi e che si fidano troppo dei loro contatti di facebook. Come da immagine infatti vengono paragonati, senza dare ulteriori spiegazioni, un fantomatico africano “Ubuntu”, come il famoso software del sistema operativo Linux e un certo Carlo. Il primo individuo, il quale da pregiudicato fruirebbe di un alloggio da parte di un altrettanto fantomatico comune, è paragonato a un ottantenne piemontese incensurato che vivrebbe in un parco.

Se non fosse che, nella foto, riconosciamo il pluriomicida Charles (e non Carlo) Manson, che in carcere si incise una svastica sulla fonte, come si può anche notare guardando meglio la foto. Attenzione quindi sempre a ciò che si condivide e a ciò che condividono gli altri. Facebook può essere utile e portare a contenuti interessanti, ma talvolta è un veicolo di spazzatura.

Categories : Bufale e Hoax Tags : , , , , , ,

Una bufala ripugnante: 14 ANNI È STATO SPARATO 6 VOLTE DAL PATRIGNO

Inserito da 7 luglio, 2013 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax,Catene di Sant'Antonio

ATTENZIONE A QUESTA BUFALA RIPUGNANTE !

non condividete messaggi del genere sul vostro facebook, faceboook è del tutto estraneo a questo messaggio di una bassessa estrema. Evitate di  condividere “simili” aggiornamenti nelle vostre bacheche.

IL MESSAGGIO:

BASTARDMessaggi circolanti su Facebook, che includono la fotografia di un bambino/ragazzo intubato su barella, sostengono che Facebook pagherà 45 centesimi (di dollaro) per ogni condivisione al fine di aiutare il bambino a guarire.

 

“QUESTO RAGAZZINO DI 14 ANNI È STATO SPARATO 6 VOLTE DAL PATRIGNO PER DIFENDERE LA SORELLINA DI 6 ANNI CHE STAVA PER ESSERE STUPRATA.. QUESTO È SUCCESSO MENTRE LA MADRE ERA A LAVORO, I DOTTORI DICONO CHE L’UNICO MODO CHE HA X SALVARSI È SE VIENE SOTTOPOSTO A CURE E MEDICINE CHE LA MADRE NON PUÒ PERMETTERSI, FACEBOOK HA DECISO CHE DONERÀ 45CENT PER OGNI CONDIVISIONE… PER FAVORE NON IGNORATE, QUESTO RAGAZZINO HA BISOGNO DEL NOSTRO AIUTO, È IMPORTANTE!!! CONDIVIDETE E SALVIAMO QUESTO PICCOLO EROE!!! O LA SUA CONDIZIONE PER DIFENDERE LA SORELLINA SARÀ STATO INUTILE…!! :’(“

ATTENZIONE ALLA BUFALA.


Categories : Bufale e Hoax,Catene di Sant'Antonio Tags : , , , , , , , , , ,

Enna: arrestato il centralinista telefonico non vedente alla guida di un’autovettura

Inserito da 6 novembre, 2012 (0) Commenti

Si tratta di :Curiosità

Enna: arrestato falso cieco invalido. Attenzione è una notizia vera 

Roma, 6 nov (Prima Pagina News) I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Enna hanno tratto in arresto, questa mattina, un 51enne nato e residente a San Cataldo (CL), dipendente della Regione Siciliana ed in servizio dall’anno 2000 con le mansioni di “centralinista telefonico non vedente” presso gli uffici dell’Ispettorato del Lavoro di Enna. L’arresto dell’uomo è giunto al termine di una attività d’indagine avviata qualche mese fa quando venne acquisita la notizia che un centralinista in servizio presso gli uffici dell’Ispettorato del Lavoro, che avrebbe dovuto essere un “non vedente”, era stato visto giungere in ufficio alla guida di un’autovettura. Per la particolare situazione emersa sono scattati immediatamente i primi accertamenti da parte die Carabinieri che hanno verificato e filmato il 51enne che, a bordo della Fiat Punto intestata all’anziana madre, uscito dal posto dall’ufficio, faceva rientro presso la sua abitazione di San Cataldo (CL), ponendosi alla guida del citato veicolo ed imboccando l’autostrada Enna – Caltanissetta così affrontando tranquillamente semigallerie e gallerie più o meno illuminate. In un tratto autostradale, nei pressi dello svincolo di Caltanissetta, il 51enne veniva ripreso mentre superava altri veicoli alla velocità di 120 Km/h circa. Contestualmente a tali risultanze il 51enne, veniva fermato e controllato da una pattuglia del Nucleo Radiomobile di Enna che riscontrava che lo stesso era (chiaramente) sprovvisto di patente di guida essendogli stata ritirata nel 1994 per la (presunta) mancanza dei requisiti fisici. Le palesi risultanze investigative di cui sopra, portate a conoscenza del Sostituto Procuratore di Enna Dott. Francesco RIO, venivano ulteriormente avvalorate dal provvedimento di acquisizione disposto dall’A.G. di tutta la documentazione amministrativa e sanitaria presentata circa dodici anni fa dall’uomo nella sua istanza di assunzione presso la Regione Siciliana quale invalido civile, compreso il certificato rilasciato dalla speciale Commissione Provinciale per i ciechi civili di Caltanissetta nell’anno 1999 e che risulta aver attestato che il 51enne era un “cieco decimista”, cioè in possesso in totale, su entrambi gli occhi, di un solo decimo di visus. Verificato che tale certificazione era assolutamente incompatibile (tranne un improbabile “miracolo”) con quanto riscontrato dai Carabinieri (che lo avevano filmato e controllato alla guida di un veicolo, condotto peraltro in assenza della patente di guida) la Procura della Repubblica, al termine dell’indagine, richiedeva l’applicazione di una misura cautelare al GIP del Tribunale di Enna il quale disponeva, nei confronti dell’indagato, la misura cautelare agli arresti domiciliari. All’uomo è stato quindi oggi contestato il reato di “Truffa aggravata e continuata” a danni della Regione Sicilia per aver usufruito dei benefici previsti dalla Legge che disciplina l’assunzione dei non vedenti presso le amministrazioni pubbliche eper aver quindi ottenuto, nell’anno 2000, l’impiego di centralinista non vedente, presso la Regione Siciliana (e quindi assegnato all’Ispettorato del Lavoro di Enna), tramite la presentazione della certificazione di “cieco decimista” rilasciatagli dalla Commissione Medica Provinciale per i ciechi civili di Caltanissetta nell’anno 1999 che però, ad oggi, risulta aver attestato una malattia di fatto inesistente. Al termine delle formalità di rito il 51enne a cui è stato contestato l’ingiusto profitto pari agli stipendi indebitamente percepiti – con pari danno per la stessa pubblica amministrazione – quantificato in oltre € 200.000,00 (duecentomila), è stato condotto presso la propria abitazione per rimanervi in regime di arresti domiciliari.

(G.M.) 6 nov 2012 11:28

Categories : Curiosità Tags : , , , , , , , , , , , , ,

Hacker Russi danneggiano la pompa dell’acqua di un impianto idrico a Springfield, nell’Illinois

Inserito da 23 novembre, 2011 (0) Commenti

Si tratta di :Exploits

A Springfield, nell’Illinois, alcuni Pirati informatici hanno ottenuto la password del software per gestire un impianto idrico.
Non si capie l’utilità di tale azione, dato che il danneggiamento della pompa dell’acqua ha solo creato un disservizio. Probabilmente i pirati, di origine, Russa volevano attirare l’attenzione sulla vulnerabilità di sistemi che rappresentano delle “Infrastrutture critiche” anche negli Stati Uniti.

Di certo questo genere di attacco non ha nulla di Etico, poichè avere le chiavi di casa altrui non ci autorizza ad entrare e rompere tutto. Un hacker che si rispetti avrebbe scorrazzato un pò ma mai e poi mai avrebbe danneggiato il sistema, poichè lo spirito hacker vieta la distruzione di risorse collettive. Non è razionale comportarsi come criminali, un criminale è un delinquente sia che lo faccia nella vita reale sia che utilizzi internet.

Che senso ha istruire la pompa in modo tale da accendersi e spegnersi ripetutamente ? In genere, comunque non ha senso, aprire una infrastruttura del genere ad internet, basterebbe una rete privata. Di solito basterebbe maggiore attenzione a questi sistemi.

Categories : Exploits Tags : , , , , , , , , ,