Follie: Ladro ruba nano nel giardino, crea un profilo facebook e si burla del Proprietario !!

Inserito da 25 Marzo, 2016 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax

vi sottopongo una storia pazzesca che è tristemente vera.

Sembra solo una pazzia ma è vero !

 

Gb, un profilo Facebook per lo gnomo rubato: il ladro si burla del proprietario

gnomo

E’ scappato dal suo giardino per lasciarsi alle spalle la sua vita monotona e conoscere il mondo. Questo è quello che uno sconosciuto ha fatto credere a Thomas Harold Watson, proprietario dello gnomo con la salopette azzurra, dopo averlo rubato dal suo giardino a Luton, nel Regno Unito. Il ladro ha creato un account Facebook chiamato Gnorman Watson, per postare le sue foto e mostrare la bella vita del nano da giardino in giro per la città. E prendersi così gioco del proprietario, scrivendo “mi manchi Tom”. Al cinema, al bowling, a cena, nei pub davanti a un bicchiere di birra. E ancora mentre prova vestiti e va a dormire, mentre fuma una sigaretta e fa due chiacchiere con gli amici gnomi. Thomas riceve a casa anche una lettera – che posta sul suo profilo Facebook – nella quale c’è scritto che “un addio non è per sempre”. E infatti, quando lo gnomo, davanti a un bancomat, si rende conto che non ha più denaro, fa l’autostop e torna a casa

Fonte Repubblica

Categories : Bufale e Hoax Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Allerta arrivano via e-mail Finte bollette e fatture con il virus Cryptolocker

Inserito da 20 Marzo, 2016 (0) Commenti

Si tratta di :Exploits,ICT and Computer Security,Sicurezza

Attenzione alle false bollette Enel o di altri fornitori di energia e servizi o alle fatture “da mittenti sconosciuti” inviate via mail . E’ un periodo di boom per le Finte bollette che arrivano via e-mail

Queste e-mail sono molto pericolose se aperte sul computer della vittima. Il contenuto delle stesse è vario ma sfruttano tecniche e fanno leva sulle debolezze più comuni : la curiosità e la paura di pagare cifre ingiuste ci spingono a cliccare su un qualcosa che è una trappola per il nostro computer.

Cryptolocker

Il virus Cryptolocker non è nuovissimo ma è molto pericoloso perchè impone una sorta di riscatto per avere i nostri dati, una tecnica schifosa una sorta di “pizzo 2.0”.

Il Virus  Cryptolocker; provvede a crittografare tutti i file nel computer e li rende inutilizzabili. Per recuperarli, bisogna pagare un riscatto, in cambio del quale viene fornita una chiave crittografica che rimuove la crittografia dai file. Se l’utente si rifiuta di pagare, entro qualche giorno l’antidoto viene cancellato dai malfattori e possiamo dire addio al contenuto del computer.
Questo tipo di virus è molto pericoloso si diffonde, in modo veloce, anche a tutti quelli collegati attraverso una rete il classico “WORM”.

ATTENZIONE IL VIRUS si è evoluto ed è diventato sempre più letale, colpisce i sistemi Apple e quelli Windows attraverso il desktop remoto, la funzione di gestione remota a distanza.
Il virus adesso non arriva soltanto via mail ma come prevedibile sfrutta vulnerabilità presenti in taluni siti e si insidia anche in server remoti all’insaputa dei titolari degli spazi stessi, infettando chiunque visiti dterminati siti web e abbia un dispositivo anche smartphone vulnerabili. Di solito è più facile essere infettati navigando alla ricerca di contenuti come Film in streaming, programmi tv in diretta, partite di calcio, e contenuti di ogni tipo. Come detto prima non sono riparmiati i device mobili anzi vengono colpiti sia i terminali iPhone che Android e altri molto meno evoluti ma in grado di navigare in rete sfruttando le vulnerabilità note dei vari dispositivi.

 

 

Categories : Exploits,ICT and Computer Security,Sicurezza Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lo Zoo di 105 si svuota, rivolta in Rete

Inserito da 6 Gennaio, 2011 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax

Vanno via Noise, Alisei e il mago Wender. Resta solo Mazzoli. Fan increduli, in molti sperano sia una «bufala»

Fabio Alisei, Paolo Noise, il mago Wender e Marco Mazzoli

MILANO – Ci sono quelli che propongono i loro sostituti ideali, quelli che si autocandidano, quelli che incoraggiano l’unico «superstite», quelli che insultano «i traditori» e quelli, molti, che «sentono puzza di bufala». La notizia, che da giorni rimbalza di blog in blog, di sito in sito, che riempie con centinaia di post le bacheche di Facebook, è tale da far accapponare la pelle di centinaia di fan sfegatati: lo Zoo di 105 si svuota. Vale a dire che dal 17 gennaio tre dei conduttori storici del programma di punta di Radio 105 non saranno più davanti ai loro consueti microfoni. Fabio Alisei, Paolo Noise e il mago Wender starebbero per lasciare infatti tutto solo alla conduzione Marco Mazzoli, navigando verso nuovi lidi. Un triplice addio, che ha innescato immediatamente la mobilitazione online dei sostenitori dello show cult.

L’OMBRA DI LINUS – Il primo a lasciare intendere che tutto col nuovo anno sarebbe cambiato è stato proprio Mazzoli, la mente dello show. «La radio ha fatto i suoi errori e la concorrenza ne ha approfittato (funziona così nel mondo dei liberi professionisti)! – ha scritto sul suo blog a Capodanno -. Il successo è una brutta bestia, fa gli stessi danni del “6” al Superenalotto, vinto da uno che fino a ieri viveva con 800 euro al mese… ti acceca, ti annebbia la realtà e ti fa sentire invincibile, facendoti dimenticare da dove arrivi e grazie a chi ci sei arrivato, ma il tempo e gli errori commessi ti fanno tornare in fretta alla realtà e con i piedi per terra!». La concorrenza alla quale fa riferimento Mazzoli sarebbe quella di Radio Deejay: Alisei, Noise e Wender, in sostanza, avrebbero ceduto alle offerte di Linus. Conferme ufficiali non ce ne sono, ma è bastato il tam tam mediatico a scatenare in Rete una rivolta.

I COMMENTI – Su Facebook, la pagina ufficiale del programma è inondata di messaggi contro i tre «in fuga» e a sostegno di Mazzoli. C’è chi, come Fabrizio, propone agli altri fan di mettere una immagine del conduttore come foto del profilo, chi lo incita a non mollare e chi si propone come nuovo compagno di conduzione. «Sei un grande, quelli in tre non fanno la tua metà… a presto in radio!!!» scrive Ferdinando. «Sempre con te Marco, viva lo zoo» aggiunge Djfred Antonio. «Ascolto lo zoo da una vita… e lo zoo è Marco» scrive Stefania. Tra sostenitori scatenati in Rete ci sono però anche quelli più magnanimi nei confronti di Alisei, Noise e Wender. «I Tamarri – recita il post di Martina – resteranno per sempre nei nostri cuori…! =(». Ma soprattutto, via web, viaggiano i dubbi di molti fan. «Ma è vero o è la solita bufala??» si chiedono. «Raga l’accaduto mi puzza di tonno» scrive Vincenzo. «Per me – è l’opinione di Alessandro – è una colossale bufala. La grande sorpresa del 17 sarà che i 3 str… restano allo zoo e si scopre la grande messa in scena. Tutti a farci 4 risate sulla paura scampata. Poi proprio all’odiata radio DJ… quasi troppo scontato. Ma pensate un po’ a un tipo come Paolo, tra 6 mesi Mazzoli se lo ritrova a dormire sul pianerottolo di casa dentro un sacco a pelo e tutte le mattine lo supplica di riprenderlo a lavorare allo zoo… dai siamo seri :)». Concreta speranza o illusione? Ai fan non resta che attendere: l’appuntamento con lo Zoo («svuotato» o no) è per il 17 gennaio.

fonte corriere.it

Categories : Bufale e Hoax Tags : , , , , , , , , ,