salviette per i bambini Huggies con dentro i pezzi di vetro

Inserito da 29 Agosto, 2015 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax,Catene di Sant'Antonio,chainletters

Il panico si è diffuso a mezzo social tra i genitori statunitensi, ma si tratta di un falso allarme

«Attenzione, nelle salviettine Huggies ci sono pezzi di vetro». È questo l’inquietante allarme che si è diffuso negli Stati Uniti attraverso il web, e che evoca gli spettri delle più angoscianti leggende metropolitane. Il fatto ha scatenato un vero e proprio terremoto sui social media, placato a stento dall’intervento dell’azienda che produce pannolini e salviette detergenti per i bambini. La polemica, però è ancora in corso, rivolta più che altro a coloro che diffondono a mezzo Internet inutili allarmismi.

huggies-salviette-vetro-420x516

«PEZZI DI VETRO NELLE SALVIETTINE PER BAMBINI»

La storia la racconta Stephanie McNeal su BuzzFeed: da circa una settimana sui social media sono cominciati ad apparire messaggi preoccupati da parte di madri che, dopo aver usato le salviette Huggies tra un cambio di pannolino e l’altro, hanno notato arrossamenti sospetti sulla pelle dei propri bambini. Sotto accusa finiscono degli strane particelle luccicanti e apparentemente ruvide al tatto, incorporate nel tessuto stesso delle salviettine. In due video in particolare, pubblicati da due persone diverse  su Facebook e YouTube, si avanza l’potesi che quei filamenti luccicanti possano essere tracce di vetroresina o addirittura di vetro. I due video – ora rimossi insieme ai rispettivi account – ottengono milioni di visualizzazioni nel giro di pochi giorni: l’idea che le salviettine detergenti destinate ai bambini, e per di più di una marca molto famosa, possano contenere un materiale tanto pericoloso scatena il panico. E si moltiplicano i casi di genitori preoccupato che riferiscono di arrossamenti e irritazioni dopo l’uso delle salviettine Huggies.

NON È VETRO – Ma cosa sono, veramente, quelle strane particelle luccicanti?

La risposta non tarda ad arrivare per bocca degli altri utenti che hanno seguito l’evolversi della vicenda: quei filamenti non sarebbero altro che granelli di sodio metilparaben, un composto chimico che viene utilizzato sia nell’industria alimentare come conservante che in quella farmaceutica e cosmetica come antimicrobico.

fonte e porzione articolo di Valentina Spotti su giornalettismo

 

Categories : Bufale e Hoax,Catene di Sant'Antonio,chainletters Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

ATTENZIONE Maturita’: caccia al tema, solo “bufale” sul web

Inserito da 19 Giugno, 2010 (0) Commenti

Si tratta di :Appelli Generici

ATTENZIONE: NESSUN SITO VI DARA’ LE TRACCE DEL TEMA PRIMA, NON FUNZIONA COSI’, SE AVETE VOGLIA DI FARVI FREGARE ACCOMODATEVI PURE, E’ SOLO UNA TECNICA PER SPILLARE SOLDI O NELLA MIGLIORE DELLE IPOTESI UNA TRAGICA PRESA IN GIRO

Conto alla rovescia per gli esami di Stato 2010: si inizia martedi’, coinvolti 500 mila studenti

Conto alla rovescia per la maturita’ 2010, che iniziera’ martedi’ 22 e che coinvolgera’ circa mezzo milione di studenti. Quest’anno, diversamente dal solito, gli studenti saranno chiamati a svolgere le tre prove scritte (tema di italiano uguale per tutti, secondo scritto diverso da indirizzo a indirizzo, e ‘quizzone’ elaborato dalle singole commissioni) senza il tradizionale fine settimana di ‘respiro’ tra il secondo scritto e l’ultimo. La prima prova – il tema di italiano – e’ in calendario per martedi’ 22 giungo, la seconda, di indirizzo, (greco al classico, matematica allo scientifico ecc.) si svolgera’ il giorno successivo e per la terza l’appuntamento e’ il 25 giugno. La quarta prova scritta si effettua soltanto nei licei con sezioni a opzione internazionale, nei licei classici europei e in alcuni indirizzi linguistici, ed e’ in programma su tutto il territorio nazionale lunedi’ 28 giugno.

GELMINI, DA 2012 TEST A RISPOSTA MULTIPLA – Dal 2012 saranno introdotti “test standard” per misurare “la qualita’ dell’ istruzione e il livello di apprendimento” durante la prova di maturita’. A spiegarlo e’ stata oggi il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini a margine di un incontro a Moniga del Garda. Sara’, ha aggiunto il ministro, “una cosa in piu’ che fara’ parte della terza prova specifica e si trattera’ di test a risposta multipla”.

CACCIA AL TEMA, RISCHIO “BUFALE”  – C’e’ chi passera’ la notte prima degli esami ascoltando la radio, magari passando il tempo con la compagnia di qualche vip che racconta la sua maturita’ e chi cerchera’ sul web un’improbabile traccia dello scritto, sapendo pero’ che sulla rete quest’anno vigilera’ la polizia postale e della comunicazioni, in cerca dei furbi e di chi vuole mettere in rete le “bufale”.

A poche ore dall’inizio degli esami di stato 2010, con la prova di italiano prevista per martedi’ 22, iniziano i consueti riturali: tanti studiano, la maggior parte da soli, ma c’e’ chi preferisce occupare il tempo preparando i classici bigliettini o chi cerca il gadget tecnologico anti controllo. Ma c’e’ anche chi cerchera’ altre scorciatoie: per gli ultimi giorni di studio intenso prima degli esami di Stato i maturandi si affidano a spinelli e anfetamine. Lo ha dichiarato il 34% degli studenti su 360 partecipanti ad un sondaggio realizzato dalla redazione di Studenti.it in collaborazione con Swg. Al classico caffe’ ricorre il 31% degli intervistati, al the il 17%, le vitamine sono scelte dal 10% dei maturandi mentre il 5% dichiara di usare psicofarmaci.

Scelta fortemente criticata dal Moige: “Utilizzare anfetamine e spinelli per favorire lo studio non e’ un rimedio accettabile e non dovrebbe essere utilizzato dai maturandi”. Intanto, la tradizione vuole che in occasione dell’esame piu’ temuto della carriera di ogni studente si rincorrano puntuali voci incontrollate sulle anticipazioni delle tracce ministeriali provenienti da Internet. In realta’, spiega la Polizia Postale che sorveglia la rete, la regolarita’ dell’esame non e’ mai stata messa in discussione. Ciononostante Skuola.net, sito di riferimento per i maturandi, continua a rilevare la diffusione di leggende metropolitane secondo cui sarebbe possibile venire a conoscenza dei compiti d’esame prima della fatidica apertura delle buste chiuse provenienti dal Ministero. Tali leggende assumono il carattere di certezza per molti che perdono ore intere sulla Rete alla ricerca di anticipazioni sulle tracce. Ma non solo.

Il segretario della nostra ambasciata in Australia, in una recente intervista rilasciata a Skuola.net, ha dichiarato che il giorno precedente la prova di Italiano l’ ambasciata viene sommersa di chiamate da parte di studenti che nel cuore della notte italiana cercano di avere anticipazioni dalle scuole italiane in Australia. Per il secondo anno consecutivo, dunque, la Polizia Postale e delle Comunicazioni e Skuola.net si apprestano a lanciare la campagna di sensibilizzazione ‘Maturita’ al sicuro’, con l’obiettivo di evitare che gli studenti, oltre a perdere del tempo prezioso, possano anche rimetterci del denaro alla ricerca della soffiata giusta. L’iniziativa “antibufale” si serve delle forme di comunicazione e degli strumenti preferiti dai giovani per veicolare i messaggi di sensibilizzazione.. “L’esame di maturita’ e’ uno dei primi banchi di prova per i nostri giovani – afferma Antonio Apruzzese, Direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni – , pertanto quello che mi sento di consigliare ai ragazzi e’ di non inseguire sulla rete le false notizie relative alla diffusione anticipata delle tracce d’esame. Altrimenti, conclude Apruzzese, si corre il rischio di perdere tempo prezioso e la concentrazione necessaria per affrontare una prova cosi’ importante”.

FONTE  ANSA, Ultimo aggiornamento: 19/06/2010

Categories : Appelli Generici Tags : , , , , , , ,