L’esperimento al Cern, la bufala della fine del mondo e la realtà “gli hacker salveranno il mondo”.

Inserito da 14 Settembre, 2008

Si tratta di :Curiosità,News,Sicurezza


5

Oggi ho appreso con sommo piacere che un gruppo di Hacker denominato “Greek security team” è riuscito ad intrufolarsi nei server dell’esperimento, inserendo nella home page del sito pubblico una home page con un messaggio che suonava tipo “non combinare pasticci” questo significa una volta per tutte che gli hacker non sono pericolosi criminali o peggio gente che ha come unico obbiettivo scardinare tutto per compiere danni, gli hacker sono persone che rispettono un codice di condotta e sono ispirati da pecise regole una tra le più importanti la “correttezza”, non so se vi rendete conto ma se volevano potevano controllare con un minimo sforzo anche il computer che controlla uno dei magneti da oltre 12 mila tonnellate, questo per dire che non si è mai al sicuro quando in gioco ci sono esperimenti del genere.

1
Secondo la mia opinione, sono stati veramente in gamba perchè aggirare alcune restizioni di sicurezza solo per dire ” io sono arrivato qua e non ho cattive intenzioni” la dimostrazione sta nel fatto che il gruppo di sicurezza informatica si è limitato a lasciare un messaggino nel sito dicendo “scienziati non combinate pasticci ! “, dunque un plauso a questi hacker che hanno fatto svegliare coloro che gestiscono questi server.

Che dire … la potenza è nulla senza controllo e dunque per quello che penso un giorno gli hacker detentori di un sapere che va oltre ogni confine geografico, oltre ogni barriera linguistica e razziale, dove non è importante essere uomo o donna, dove non conta l’età ma solo le capacità mentali-cognitive, in un giorno non troppo lontano gli hacker saranno i soli che come “Angeli custodi” auiteranno l’umanità giunta ad un livello estremamente basso dove vanno avanti solo i “leccaculo”, i raccomandati e dove le competenze, il know how e le facoltà intellettive sono spesso presi a calci nel culo.

4

Secondo me qualcuno dovrebbe dare una medaglia a questo gruppo di hacker che sono riusciti a Violare i Computer Dell’Acceleratore Di Particelle ‘Large Hadron Collider’ di Ginevra.

La cosa che fa a dir poco incazzare è il fatto che come al solito “La falla informatica non preoccupa tuttavia i responsabili del Cern” le dichiarazioni del tipo “Non ci sembra ci siano stati gravi danni e tutto è stato scoperto rapidamente – dichiara il portavoce James Gillies – Abbiamo una rete composta da molti livelli di sicurezza”, dichiarazioni del genere sono solo poco intelligenti… non hanno fatto danno perchè gli hacker non fanno danno !!! hanno solo detto state attenti il vostro sistema non è al sicuro, non siete invincibili siete vulnerabili!!! non esiste un computer sicuro non esiste !!! almeno che sia spento e con il cavo di alimentazione staccato… hihihihi

3

Si legge in un comunicato dell’adnkronos che “I responsabili della sicurezza hanno intanto provveduto a rimuovere i file inseriti dagli hacker, prestando particolare attenzione alla presenza di ‘backdoor’, e stanno ora cercando di capire come questo attacco si sia potuto verificare.” una spiegazione che noi di hoax.it è quella che alla dabbennagine non c’è mai fine… per un progetto del genere è semplicemente scandaloso.. che succedano cose del genere!!

La teoria principale, secondo il quotidiano inglese ‘Telegraph’ , è che il Greek Security Team abbia sfruttato i dati di accesso di qualche addetto dell’acceleratore statunitense ‘Tevatron’ del Fermilab, io non ne sono sicuro… lo possono sapere solo loro e i gestori del server… poi possono raccontarci tutte le cavolate che vogliono… e se a fare questo tipo di attacco invece di essere un gruppo di hacker eticamente corretti fossero stati delle persone senza scupoli ? vi rendete conto della gravità ? qualche licenziamento non farebbe male qualche hacker nello staff farebbe solo bene.

Che dire… meno male che esistono gente che svolgono questo tipo di attività e con atti seppur clamorosi ci fanno capire che tutti siamo vulnerabili e ogni strumento ha bisogno di gente preparata e non si finisce mai di conoscere di studiare e di capire dunque ancora complimenti!!!!




Categories : Curiosità,News,Sicurezza Tags : , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,



divisore

Commenti Via Facebook

Commenti lasciati dagli ospiti, senza usare Facebook

Commenti
Inserisci un Commento
21 09 2008

Scusa, ma non ti sembra che tra arrivare alla home page pubblica di un sito e controllare un computer (che se hanno un minimo di buon senso non è nemmeno sulla stessa rete) non basti un “minimo sforzo” ma sia ancora tutta da fare la strada???

Inserito da roberto
22 09 2008

Assolutamente no, perchè ho detto che erano a buon punto… dall’esterno hanno individuato il pc e tutto, per quello che ho capito non hanno avuto il tempo di fare quello che volevano… ma forse visto il guasto recente… chi può dirlo che non ci siano riusciti e adesso dicono alla gente comune che si tratta di un banale danno, tutta colpa di un cavo è vero oppure è quello che vogliono farci credere… chi lo sa ? soltanto loro sanno quello che combinano… io posso dire che la sicurezza a volte è presa molto alla leggera…

Inserito da Silvio Passalacqua
Inserisci un Commento

(richiesto)

(richiesta)



divisore