10.11.2013 notizia vera RITIRO URGENTE DI FARMACI PERICOLOSI

Inserito da 10 novembre, 2013 (0) Commenti

Si tratta di :News

ORDINATO IL RITIRO URGENTE DI FARMACI PERICOLOSI – ECCO QUALI

Si tratta di una notizia vera !

pillo
”Coloro che dovessero avere in casa alcune delle confezioni di questi farmaci sequestrati sono invitati a non utilizzarle in attesa del completamento delle indagini», avverte l’Aifa.

Un’indagine coordinata dalla Procura di Frosinone e condotta dal N.A.S. di Latina assieme all’Aifa, aveva portato nel giugno 2013 al ritiro dei lotti di Ozopulmin prodotto dalla Geymonat.

Ora il sospetto di difetti di qualità si è esteso ad altri prodotti e riguarda la possibile presenza di un quantitativo di principio attivo inferiore a quello approvato e indicato in etichetta. Si attendono ora i risultati delle analisi dell’Istituto Superiore di Sanità, che potrebbero portare alla revoca del provvedimento AIFA .

Divieto di utilizzo per nove farmaci della Geymonat per difetti di qualità: lo ha deciso l’Agenzia Italiana del farmaco con un provvedimento cautelativo. Si tratta della stessa azienda per la quale era stato disposto a giugno ilsequestro delle supposte prodotto da loro per i neonati. I farmaci sono stati bloccati alla distribuzione e sono:

ALVENEX 450 mg per l’insufficienza venosa;
GASTROGEL 2 g/10 ml per l’ulcera gastrica;
SUCRATE 2 g gel orale per l’ulcera;
INTRAFER 50 mg/ml per le anemie;
NABUSER 30 per l’Artrite;
CITOGEL 2g/10 ml per l’ulcera;
ECOMÌ per le infezioni dermatologiche
VENOSMINE 4% per le varici
TESTO ENANT per patologie sessuali

fonte: ilsecoloxix.it

Categories : News Tags : , , , , , ,

Clonazione della carta di credito, come difendersi

Inserito da 2 agosto, 2013 (0) Commenti

Si tratta di :News,Phishing e Truffe

Segnalo una notizia vera che contiene una guida utile per difenersi dalla clonazione della propria carta di credito.

Gli agenti della squadra mobile di Venezia hanno arrestato i componenti di una banda di giovani romeni specializzata nella clonazione e falsificazione di carte di credito.

Carte-clonate-polizia-veneziaPresso la loro abitazione a Spinea i poliziotti hanno sequestrato 5 skimmer (strumento utilizzato per copiare i dati dalle carte da clonare), due dei quali con ancora in memoria i dati di molte carte da duplicare collegati ad un computer e cinque carte appena clonate pronte per essere utilizzate.
L’unica donna della banda lavorava come cameriera presso un ristorante nel centro storico di Venezia e riusciva così a prendere per un attimo le carte dei clienti che dovevano pagare il conto, giusto il tempo per strisciarle nello skimmer che ne memorizzava tutti i dati.

L’attività tecnica svolta sul materiale sequestrato ha permesso agli agenti di individuare i dati di oltre 200 carte pronte per essere clonate.

Nell’appartamento perquisito è stata trovata molta merce di valore acquistata con le carte clonate e pronta per essere rivenduta nei paesi balcanici.

Le carte di pagamento

Le attuali carte di pagamento sono dotate di “microchip” e per fornire maggiore sicurezza contro le frodi o l’utilizzo indebito delle carte, le banche hanno attivato appositi strumenti di controllo che prevedono l’invio di “avvisi”, ad esempio via sms o e-mail, sulle operazioni per le quali ritengono necessaria una tua verifica.

Una buona regola è, dopo aver verificato con attenzione i costi dell’opzione scelta, quella di attivare tali servizi di controllo infatti, a seconda del sistema utilizzato dalla banca, riceverai una comunicazione ogni volta che il sistema ravvisi delle operazioni “anomale” (ad esempio transazioni di importo rilevante, frequenza o dislocazione geografica delle transazioni, ecc.).

Ti ricordo che, per gli acquisti effettuati a distanza (ad esempio on-line), l’art. 56 del Codice del Consumo prevede che l’emittente della carta riaccrediti i pagamenti per i quali il consumatore dia prova dell’eccedenza rispetto al prezzo pattuito o dell’uso fraudolento della propria carta.

Qualche consiglio sulle carte di pagamento

  • Custodisci le tue carte con la massima cura e memorizza i relativi PIN possibilmente senza trascriverli, in ogni caso ricorda che il PIN non deve mai essere conservato insieme alla carta.
  • Quando è previsto, firma sempre le tue carte sul retro, non appena le ricevi.
  • Adotta tutte le misure volte a impedire che qualcuno possa leggere e memorizzare il tuo PIN mentre lo digiti.
  • Digita il tuo PIN o firma la ricevuta solo dopo aver controllato l’importo.
  • Porta sempre con te, o memorizza sul cellulare, il numero telefonico che ti ha comunicato la banca per il blocco della carta.
  • Non perdere mai di vista la carta al momento dei pagamenti (ad esempio al ristorante).
In caso di furto o smarrimento della tua carta:
  • Blocca immediatamente la carta chiamando l’apposito numero telefonico che ti fornirà il codice di riferimento del blocco.
  • In caso di furto sporgi denuncia alle Forze dell’ordine.
  • Nel caso di smarrimento la denuncia dovrà essere effettuata se vengono rilevate operazioni che non hai eseguito.
  • Recati nella tua filiale per segnalare il fatto.
  • Nel caso in cui invece, leggendo il tuo estratto conto (oggi, nella maggior parte dei casi, puoi farlo anche con Internet) individuassi prelievi o spese che sicuramente non hai effettuato e la carta è in tuo possesso, devi bloccare subito la carta e prendere contatto con la banca.
In questo caso la tua carta potrebbe essere stata clonata.
Per ogni necessità, qui puoi trovare l’elenco e i recapiti di tutti gli uffici della Polizia Postale.
fonte: Polizia Postale
Categories : News,Phishing e Truffe Tags : , , , , , , , , , ,

Palermo: Nemo scopre 500 chili di droga

Inserito da 1 agosto, 2013 (0) Commenti

Si tratta di :Curiosità

SI TRATTA DI UNA NOTIZIA VERA !!!

cane-poliziotto-550

La sua arroganza gli è costata cara, addirittura l’arresto. È successo ad un bracciante agricolo di Palermo che è stato arrestato dalla Squadra mobile del capoluogo siculo con l’accusa di detenzione di droga ai fini di spaccio.

L’uomo, a bordo di un autocarro, dopo il casello di Buonfornello sull’autostrada A19, trovatosi alle spalle dell’autovettura-civetta della Polizia ha iniziato con insistenza a lampeggiare e a usare il clacson per fare spostare la vettura; dopo averla sorpassata a destra, non soddisfatto, l’ha affiancata inveendo contro gli occupanti.

Gli agenti a quel punto hanno deciso di qualificarsi facendo accostare il camionista.

Facendo gli accertamenti alla banca dati è emerso che il bracciante aveva già dei precedenti penali per associazione per delinquere. Quindi è stato portato alla caserma della Polizia di Stato “Pietro Lungaro” dove, appena entrato con il camion, il cane antidroga Nemo ha cominciato ad abbaiare.

Da qui è partita la perquisizione al mezzo e i poliziotti hanno scoperto un vano sotto il pianale dove erano nascosti numerosi panetti di hashish per un peso complessivo di quasi 500 chili. L’uomo è stato arrestato e la droga sequestrata.

FONTE:  POLIZIA DI STATO

Categories : Curiosità Tags : , , , , , , , ,

Raccolta Fondi per aiutare la piccola Chanel

Inserito da 25 luglio, 2013 (0) Commenti

Si tratta di :Appelli Umanitari Veri

!!! ATTENZIONE NOTIZIA VERA !!!
Oriano, tutta la frazione si mobilita per Chanel

1374663621007_0Pulsa forte il cuore della solidarietà a Solignano per aiutare la piccola Chanel, colpita, a soli due anni, da una rara forma tumorale. Alle associazioni, alle amministrazioni, ai tantissimi volontari, si stanno aggiungendo, di giorno in giorno, benefattori e sostenitori dell’iniziativa. I promotori del Comitato «Oriano per Chanel» hanno messo a punto il programma della festa che si svolgerà a Oriano il 31 agosto e 1 settembre.

Nell’ambito dell’iniziativa sarà allestita una lotteria alla quale hanno contribuito aziende, negozi e associazioni, per un montepremi di circa sette mila euro, distribuito in settanta premi.

Con l’inizio del mese di agosto saranno disponibili 6000 biglietti in blocchi da 50, al prezzo di 2,5 euro. Se saranno acquistati tutti i biglietti frutteranno alle casse del Comitato 15 mila euro, un traguardo possibile vista l’attuale mobilitazione a favore della bambina. Nel frattempo, spiegano i referenti del Comitato, sul conto corrente appositamente dedicato all’iniziativa benefica stanno arrivando numerose offerte.
E per allargare il campo delle offerte sono stati collocati nei negozi e nei bar e trattorie della zona, raccoglitori per offerte da devolvere a Chanel Bocconi.
 Chanel è una bimba di due anni (la madre è originaria di Oriano) affetta da una rara e grave malattia, la fibromatosi aggressiva di tipo tumorale, diagnosticata a dicembre 2012 all’Ospedale Rizzoli di Bologna, che colpisce 2 persone ogni 100  mila  e diventa mortale se arriva ad intaccare gli organi interni.
 In Italia sono pochissimi i casi. Chanel necessita di cure immediate e nonostante in Italia siano presenti buone strutture ospedaliere, i genitori vogliono portare la figlia a Boston nei prossimi mesi, in un ospedale specializzato in questa patologia.
L’evento di Oriano, patrocinato dai Comuni di Solignano, Varano Melegari, Fornovo Taro e Valmozzola, si preannuncia ricco di manifestazioni: escursionismo,  prove motoristiche e in mountain bike, esposizioni di auto e moto d’epoca, concerti di musica corale e delle band, gastronomia, giochi, iniziative dedicate ai bambini, giri in mongolfiera,  tornei di calcio per i ragazzi, balli country, raduno di Vespe e sfilata dei veicoli militari d’epoca, 34° Red Bull Italia.
Il Comitato Pro Chanel di Solignano ha aperto un conto corrente per la raccolta fondi da devolvere alla famiglia di Chanel Bocconi.
Coordinate IBAN per Chanel:
IT02P0623065930000035438951.
Per info: Cristian Lupi 3346896708, Alberto Anelli 3381539333, Caterina Belisardi 3296389122.
FONTE : Valentino Straser su Gazzetta di Parma
Categories : Appelli Umanitari Veri Tags : , , , , , , , , ,

A Vicenza prendono per buona la bufala del tribunale che non esiste

Inserito da 14 luglio, 2013 (0) Commenti

Si tratta di :Curiosità

gavel, glasses, law bookLa notizia errata, e non ancora rettificata dal Corriere della Sera, diffusa qualche giorno fa dal quotidiano di Via Solferino circa la destinazione al Tribunale di Giugliano di 63 magistrati, sta provocando reazioni come se essa fosse vera. In realtà i magistrati sono destinati al nuovo Tribunale di Napoli Nord, con sede ad Aversa nel Castello Aragonese, già pronto all’uso e che aprirà i battenti tra qualche settimana, con competenza su un’area che comprende un milione e mezzo di abitanti, in cui operano i clan camorristici più spietati d’Europa.

Il Tribunale di Giugliano era previsto da una precedente normativa e doveva avere competenza su un territorio molto meno vasto, ma quel tribunale non è mai partito, né ha avuto mai assegnata una dotazione organica. Il Giornale di Vicenza, lamentando che lì hanno solo 27 magistrati, ha criticato la decisione prendendo per buona la notizia dell’assegnazione a quell’inesistente tribunale di un così elevato numero di magistrati. Una lunga lettera al giornale milanese è stata inviata anche dal Sindaco di Aversa, ma per adesso non l’hanno ancora pubblicata.

un lettore attento
https://www.facebook.com/pages/Corriere-di-Aversa-e-Giugliano/283505488416630

fonte: corrierediaversaegiugliano.it

Categories : Curiosità Tags : , ,

“Archiviata procedura d’infrazione all’Italia per lo smog”. Bruxelles: “Bufala colossale

Inserito da 12 luglio, 2013 (0) Commenti

Si tratta di :Bufale e Hoax,News

VI SEGNALO UN ARTICOLO TRATTO DAL GIORNALE ECO DALLE CITTÀ,
è molto interessante, leggetelo… SI TRATTA DI UNA NOTIZIA VERA

Abbiamo interpellato la Direzione Generale Ambiente della Commissione Europea sulla presunta archiviazione della procedura: “Nessuna procedura di infrazione è stata chiusa, e mai si era giunti al punto di quantificare la sanzione eventuale. Non commentiamo le bufale”.

375598La notizia riportata questa mattina da La Stampa, secondo cui la Commissione Europea avrebbe deciso di archiviare la procedura di infrazione per il superamento delle polveri sottili avviata il 29 gennaio 2009 a carico dell’Italia – commentata dallo stesso assessore Ravello nell’intervista – viene categoricamente smentita da Bruxelles.

Eco dalle Città aveva chiesto conferma alla Direzione Ambiente della Commissione Europea, e questa è stata la risposta: “Nessuna procedura di infrazione è stata chiusa, e mai si era giunti al punto di quantificare la sanzione eventuale. Non commentiamo le bufale“.

Inoltre, aggiungono dalla Direzione: “Le procedure in corso per violazione dei valori limite sono 17, l’unica ad essere stata archiviata è quella di Cipro (per raggiunta conformità con i valori limite).

articolo di elena donà per eco delle città

 

Categories : Bufale e Hoax,News Tags : , , , , , , , , , , , ,